torna alle news
18 ottobre 2004

VASCO ERRANI INAUGURA LA NUOVA SEDE A BUDRIO

E´ stata una conferma l´inaugurazione sabato 16 ottobre del nuovo ufficio di Budrio, in via Zenzalino Sud, 2.
La conferma che “lavorando con passione, avendo a cuore le necessità e le esigenze dei propri associati, si possono ottenere ottimi risultati in termini di riconoscimento del lavoro svolto e fidelizzazione del cliente”.
Così Angela Parma, responsabile della sede di Budrio ha voluto ringraziare gli oltre 200 presenti, fra artigiani, autorità locali e cittadini budriesi intervenuti al convegno sul tema “Il ruolo della pianura bolognese nella nostra Provincia e in Emilia-Romagna” che ha seguito il taglio del nastro inaugurale presso i nuovi locali alla presenza del Presidente della Regione Vasco Errani e del Sindaco di Budrio Carlo Castelli. (nella foto Con Fabio Bordoni e Angela Parma)

Il dibattito sulle problematiche della pianura si è rivelato molto ricco di spunti di riflessione grazie agli interventi previsti.

Il Presidente Errani ha voluto porre l´accento su alcuni aspetti che costituiranno il vantaggio competitivo delle nostre aziende nel prossimo futuro: formazione, innovazione e ricerca, internazionalizzazione.

Non ha tuttavia evitato di indicare alcuni punti deboli del nostro sistema, anche locale, come la perdita di marchi storici, l´eccessivo costo delle abitazioni, che porta gli imprenditori ad investire sul “mattone” piuttostoche sull´azienda e la mancanza di eccelleze locali nella fornitura dei servizi di logistica.

Il Sindaco Castelli che ha colto l´occasione per sottolineare come il ricco tessuto produttivo della pianura stia soffrendo del mancato completamento delle principali infrastrutture, come la trasversale di pianura e il passante autostradale.

Potenziare il trasporto su rotaia, inoltre, avvantaggerebbe anche dal punto di vista ambientale, spega il Sindaco: ogni giorno infatti 5.000 budriesi utilizzano l´automezzo per recarsi al lavoro fuori paese.

Fabio Bordoni, Presidente Confartigianato Bologna, con il suo intervento conclusivo ha evidenziato come l´Associazione possa fare la propria “parte per dare un contributo allo sviluppo dell´economia del territorio budriese che risente dei problemi comuni all´economia della provincia di Bologna e in parte di quelli regionali”.

“Serve un´inversione di tendenza, una scossa, l´avvio di un circolo virtuoso nel quale ogni comportamento sociale dà con entusiasmo il proprio contributo, per raggiungere obiettivi ambiziosi” e in questo processo Confartigianato, ha assicurato Bordoni, sarà presente.

La manifestazione si è conclusa con una breve parentesi teatrale, il comico Matteo Belli ha simpaticamente raccontato la ricetta del tortellino, istrionicamente calandosi nei panni oltre che del cuoco bolognese “doc”, di quello francese, poi giapponese e infine americano.


Da destra Agostino Benassi, Angela Parma, Carlo Castelli, Fabio Bordoni, Vasco Errani, Mirco Mazzini (Direttore Filiale Budrio – Banca di Bologna)