torna alle news
12 Luglio 2005

Trasporto rifiuti

La Corte europea di giustizia ha sancito che le imprese che raccolgono e trasportano rifiuti non pericolosi da loro stessi prodotti dovranno iscriversi all`Albo nazionale delle imprese esercenti servizi di smaltimento rifiuti.

La sentenza del 9 giugno 2005 ha infatti ritenuto contrario al diritto comunitario l`articolo 30, comma 4 del Dlgs 22/1997, che permette alle imprese di esercitare la raccolta e il trasporto dei propri rifiuti non pericolosi come attività ordinaria e regolare senza obbligo di iscrizione all`Albo nazionale gestori rifiuti; e di trasportare non più di 30 Kg o 30 litri al giorno di propri rifiuti pericolosi, senza obbligo di iscrizione allo stesso Albo.

L`obbligo decorrerà dalla modifica della normativa nazionale, invitiamo comunque tutte le aziende che effettuano il trasporto in proprio di rifiuti da loro prodotti di segnalarlo al proprio ufficio Confartigianato di riferimento