torna alle news
19 Dicembre 2009

“SISTRI”, il nuovo sistema per i rifiuti

Il ministero dell’Ambiente lo ha confermato: con l’introduzione del nuovo sistema telematico per la tracciabilità dei rifiuti (SISTRI) gli adempimenti previsti per la gestione dei rifiuti subiranno una radicale modifica. Il sistema di adempimenti previsto dalla normativa sui rifiuti è uno dei più complessi, articolati e di difficile interpretazione e l’imminente introduzione di un sistema telematico per garantire la tracciabilità dei rifiuti modificherà gli adempimenti previsti dalle norme vigenti. Il nuovo sistema, che entrerà in vigore nei prossimi mesi, comunque entro la fine del 2010, avrà alcuni vantaggi: sostituirà l’emissione dei formulari, la tenuta dei registri di carico e scarico dei rifiuti, l’abolizione del MUD a partire dal 2011 e soprattutto diminuirà nelle aziende la gestione della “carta” sostituendola con l’informatica.

Come contrappeso avrà però la rivoluzione del sistema di gestione dei rifiuti speciali. Gli svantaggi saranno legati alla dotazione minima che l’azienda dovrà avere per la gestione dei dati. Ogni soggetto dovrà dotarsi di 1 computer, 1 linea internet (preferibilmente adsl), 1 chiavetta usb, 1 box e preferibilmente 1 computer su ogni automezzo che effettua trasporto di rifiuti, ma soprattutto la propria formazione o dei lavoratori che saranno addetti alla gestione dei dati (datori di lavoro, impiegati, autotrasportatori, ecc…). Tali obblighi forzeranno gli investimenti che le aziende dovranno effettuare nel brevissimo tempo sulla propria strumentazione informatica e sulle persone (importi non completamente quantificabili in cifre ma soprattutto in tempo impiegato per imparare).

Gli “step” o meglio le scadenze previste ad oggi sono:

  • “La Registrazione” entro il 15.02.2010 (oppure entro 45 giorni dall’entrata in vigore del decreto): tutte le aziende che gestiscono rifiuti dovranno registrarsi sul sito internet “SISTRI”. Per tutte le aziende si intendono: Produttori di rifiuti, Trasportatori c/proprio e c/terzi di rifiuti, Destinatari ed Intermediari o Commercianti di rifiuti.
  • “L’Appuntamento”: entro 15 giorni dalla conferma di iscrizione verrà fissato un appuntamento per ogni azienda registrata. Ogni azienda potrà scegliere nel procedimento di iscrizione la sede dell’appuntamento in alternativa presso la Camera di Commercio oppure presso l’Associazione di riferimento (Confartigianato), durante il quale dovrà: consegnare la ricevuta di versamento dei diritti di segreteria; ritirare la chiavetta usb necessaria; firmare la modulistica cartacea necessaria per la conclusione del procedimento di iscrizione.
  • “L’Entrata in Vigore”: le attuali scadenze previste per l’entrata in vigore del Nuovo Sistema sono: 30.06.2010 & 31.12.2010 in base alla tipologia di gestione dei rifiuti effettuata dall’azienda.

Il Ruolo di Confartigianato
L’Associazione è già impegnata per prorogare i termini di entrata in vigore
e per prevedere un periodo di “digestione” delle novità rilevanti per gli associati, che avranno bisogno di tempo per poter diventare di conoscenza comune. Inoltre saranno organizzati alcuni incontri sul tema durante i quali tutti gli imprenditori e gli addetti ai lavori potranno ricevere informazioni dettagliate sull’argomento e sulle modalità di funzionamento oltre ad una formazione sull’utilizzo del software (unica versione nazionale) che gestirà i dati.

Confartigianato è ancora una volta un punto di riferimento per i propri Associati, soprattutto per diminuire i carichi di lavoro e gli investimenti di cui altrimenti le aziende dovrebbero farsi carico una per una, perciò sta organizzando un servizio che gestirà gli adempimenti per conto delle imprese che, per organizzazione o per scelta, non hanno o non vogliono dotarsi di una struttura informatica interna.
Il Settore Ambiente e Sicurezza resta a Vostra disposizione per chiarimenti e/o informazioni in merito alle Novità legate al Sistema SISTRI, per qualsiasi informazione ci si può rivolgere al referente del servizio Ambiente &Sicurezza presso il proprio Ufficio Confartigianato.

 

Gli uffici Confartigianato sono a disposizione per ogni chiarimento necessario

Tutte le notizie a proposito di Ambiente Sicurezza e Qualità

Vai a Ambiente Sicurezza e Qualità