torna alle news
19 Dicembre 2005

Quale futuro per le piccole e medie imprese?

Domenica 20 novembre Arcom di Molinella riunita in assemblea ha affrontato un quesito che molti imprenditori si pongono in questo periodo: “Quale futuro per le piccole e medie imprese?”. Oltre 300 persone hanno partecipato al convegno che ha visto intervenire, in un attivo confronto, oltre ai vertici di Confartigianato di Molinella, il Presidente Alberto Bernardi e il Direttore Gianni Scola, Silvia Noè, Presidente di Unionapi Emilia Romagna, Gaetano Maccaferri, Presidente di Confindustria Bologna e Giulio Magagni, Presidente Credibo.

“La Confartigianato di Molinella ha fatto scuola” ha affermato il Segretario Provinciale Agostino Benassi nel corso del convegno.Alcune proposte per le piccole imprese sono state avanzate da Silvia Noè. “E’ necessario sensibilizzare il mondo del credito – ha affermato – per destinare risorse alle imprese. Un’altra cosa importante sarebbe una normativa che ci permetta di intraprendere azioni legali in nome dei nostri associati, così potremmo rappresentare in modo più deciso l’interesse delle imprese. Le istituzioni devono agevolare i piccoli imprenditori: mi riferisco alle realizzazione di infrastrutture, a zone industriali vivibili e sicure, allo snellimento degli adempimenti burocratici”. La risposta arriva immediata dal Presidente di Credibo Magagni ce anticipa i progetti per Molinella concordati con le amministrazioni locali “Con il Sindaco stiamo studiando diversi interventi finanziari per dare impulso alle aziende che vogliono investire”. Benassi interviene sottolineando che “Il sistema Bologna sta perdendo competitività, ma a Molinella per esempio, la Confartigianato è un punto di riferimento per tutto il territorio e offre i servizi indispensabili affinché le nostre aziende non vengano superate da altre realtà”.

Durante il meeting sono stati premiati dieci imprenditori con più di trent’anni di fedeltà all’associazione: Diana Carlotti (commerciante), Giuliano Stagni (autotrasportatore), Sergio Scaroni (artigiano panificatore), Giuseppe Maio (commerciante ortofrutticolo), Giancarlo Gualandi (esercente bar tabacchi), Ugo Della Concordia (industriale), Mauro Maiani (imbianchino), l’officina Neuroni Trerè, Gino Longhi (vetraio), Sandro Ballandi (produttore di liquori e sciroppi). I premi sono stati consegnati dal Sindaco di Molinella Bruno Selva e dall’Assessore alle Attività Produttive Daniela Gemelli.

Nelle foto: Scola, Selva, Magagni, Noè, Maccaferri, Bernardi, Benassi