torna alle news
17 dicembre 2001

Possibile proroga dell’entrata in vigore del Testo Unico sull’Edilizia

Nella seduta del 12 dicembre il Senato ha approvato il disegno di legge “Conversione in legge, con modificazioni, del Decreto – Legge 23 novembre 2001, n. 411 recante proroghe e differimenti di termini”.
Tra le modificazioni introdotte, è stata inserita quella, promossa da Confartigianato, che differisce al 30 giugno 2002 il termine di entrata in vigore del DPR 6 giugno 2001 n° 380 “Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di edilizia” pubblicato sul Supplemento Ordinario alla GU n° 245 del 20/10/01 e ripubblicato sul Supplemento della GU n° 266 del 15/11/01.
Tale differimento dovrebbe consentire di poter apportare al testo del DPR dei correttivi alla parte del Testo unico relativa alla normativa dell’installazione di impianti, correttivi necessari in considerazione sia delle numerose “imprecisioni” contenute nel testo originale, sia, soprattutto, per emendare quelle modifiche proditoriamente, ed a volte incomprensibil
mente introdotte quale, per esempio, l’estensione dell’abilitazione ex 46/90 alle imprese attestate SOA (DPR 34/00) “per le relative categorie”. Il provvedimento di proroga passa ora all’esame della Camera che dovrebbe approvarlo entro la fine della prossima settimana.