torna alle news
28 Aprile 2008

Portico di San Luca

Prosegue l’opera di restauro del portico di San Luca, iniziativa del Comitato di cui fanno parte Il Comune di Bologna, l’arcidiocesi e la Basilica di San Luca e alla quale partecipa attivamente il consorzio edile Cipea promosso dalla Confartigianato Federimprese. L’idea è quella di ridare lustro a uno dei gioielli che meglio rappresentano Bologna e lo spirito dei suoi abitanti. Tutti i lavori di restauro fino ad ora realizzati sono stati portati a termine dal Cipea, grazie anche all’intervento della ditta Akzo Nobel che ha fornito malte e colori e la sua preziosa consulenza necessaria per la delicata opera di restauro. Le ultime arcate, inaugurate il 24 Aprile 2008, sono quelle che vanno dall’arco 117 all’arco 135 e che, dopo essere state ripulite, ripavimentate e dopo aver restituito alla luce affreschi che si credevano ormai perduti, portano a 460 il numero complessivo degli archi di portico restituiti alla città in condizioni decorose.

La partecipazione della nostra associazione nell’opera di restituzione alla città di un capolavoro come il portico di San Luca, il portico più lungo e caratteristico del mondo, va ad aggiungersi alle importanti iniziative già avviate da Confartigianato Federimprese per la tutela e la valorizzazione dell’artigianato artistico della provincia di Bologna. Solo nell’ultimo periodo abbiamo partecipato ad iniziative come il progetto “Sala D’attesa” dell’artista Flavio Favelli, che consiste nella riqualificazione del Pantheon della Certosa di Bologna attraverso un installazione artistica decennale e il progetto avviato insieme alla Fondazione Città Italia per il recupero di due dipinti di straordinaria qualità che si trovano nella Sala del Consiglio della Provincia di Bologna,che raffigurano vicende narrate nell’antico testamento come l’incontro fra “Ester e Assuero” e il “Giacobbe Visitato dagli Angeli”.

Inoltre Confartigianato Federimprese si è fatta promotrice di un ciclo di incontri dal titolo “Artigianato Artistico, fra cultura e arte” organizzati presso il quartiere Santo Stefano, con lo scopo di evidenziare l’aspetto storico-culturale e artistico degli antichi mestieri, dove creatività e manualità rappresentano le maggiori componenti. Un riconoscimento della necessità di valorizzare il rapporto fra artigianato e arte dovuto alla convinzione della nostra associazione, decisa a promuovere ed esaltare le profonde radici che legano l’attività artigiana alla cultura del bello.