torna alle news
14 Settembre 2010

Mantenimento Iscrizione Albo Autotrasporto

Il Governo ha  adottato il provvedimento che proroga al 04/12/2011 il termine di adeguamento per gli iscritti all’Albo Autotrasportatori  per allinearlo alla data di entrata in vigore del nuovo Regolamento europeo – Regolamento CE n.1071/2009.

IMPRESE INTERESSATE

Devono presentare domanda di adeguamento ENTRO E NON OLTRE IL 04 DICEMBRE 2011 a pena di cancellazione dall’albo tutte le imprese che si sono iscritte all’Albo Autotrasportatori entro il giorno precedente la data di entrata in vigore del regolamento 161/2005 (17.08.2005) e che esercitano l’attività con veicoli:

– con portata utile non superiore alle 3,5 tonnellate (o di peso totale a terra a pieno carico non superiore a 6 tonnellate)

– con le tre particolari tipologie di veicoli indicati dall’art. 1 comma 3 del Decreto Ministeriale 198/91, ossia:

  • autobetoniere anche se eccedenti i pesi legali;
  • veicoli attrezzati con carrozzeria speciale atta al carico, alla compattazione, allo scarico e al trasporto di rifiuti solidi urbani;
  • veicoli permanentemente attrezzati con cisterna per il carico, lo scarico e il trasporto di liquami o liquidi di spurgo dei pozzi neri) 

REQUISITI RICHIESTI

I requisiti richiesti ai fini dell’iscrizione dipendono dalla tipologia del veicolo utilizzato:

– Le imprese che esercitano l’attività con veicoli la cui massa complessiva a pieno carico risulta essere fino a 1,5 tonnellate, dovranno dimostrare il possesso della sola onorabilità (art. 1 del Regolamento attuativo n. 161/2005).

– Le imprese che esercitano l’attività di autotrasporto con veicoli la cui massa complessiva a pieno carico risulta essere superiore alle 1,5 tonnellate, devono dimostrare il possesso di tutti e tre i requisiti:

  1. onorabilità;
  2. capacità finanziaria;
  3. idoneità professionale (con riferimento alla persona che dirige l’attività).

1- Onorabilità
Il requisito dell’onorabilità (art. 5 Dlgs. 395/2000) deve essere posseduto non solo dalla persona che dirige in maniera continuativa ed effettiva l’attività di trasporto ma anche:

  • in caso di persone giuridiche pubbliche, di persone giuridiche private e di ogni altro tipo di ente: dall’amministratore unico ovvero dai membri del consiglio di amministrazione;
  • nelle società di persone: dai soci illimitatamente responsabili;
  • nelle imprese individuali o familiari:dal titolare stesso.

Il soggetto interessato può produrre prova del requisito di onorabilità presentando un’autocertificazione ai sensi dell’art. 46 e 47 del DPR 445 del 2000 in cui dichiara il possesso dei "requisiti morali" richiesti;

2- Capacità finanziaria
Il requisito della capacità finanziaria (art.6 del Dlgs n. 395 del 2000) consiste nella disponibilità di risorse finanziarie necessarie ad assicurare il corretto avviamento e la buona gestione dell’impresa.
Tale requisito sussiste se, in capo alla impresa richiedente, vi è la disponibilità di risorse finanziarie in misura non inferiore a:

  • 50.000 €; qualora l’impresa abbia la disponibilità di un autoveicolo adibito all’attività di trasporto su strada di cose;
  • 5.000 €; per ogni autoveicolo supplementare.

Ai fini della valutazione della capacità finanziaria dell’impresa vengono valutati i conti annuali dell’impresa interessata, ove esistano; i fondi disponibili, comprese le liquidità bancarie e le possibilità di scoperti e prestiti; tutti gli attivi, comprese le proprietà disponibili come garanzia per l’impresa interessata; i costi, compreso il prezzo di acquisto o i pagamenti iniziali dei veicoli, edifici, impianti, attrezzature ed installazioni; il capitale di esercizio.

La capacità finanziaria si dimostra mediante due modalità alternative:

  • mediante la presentazione di un’attestazione, relativa agli elementi sopra elencati, rilasciata nelle varie forme tecniche dalle imprese che esercitano attività bancaria;
  • mediante la presentazione della dichiarazione relativa agli elementi sopra elencati che saranno valutati direttamente dalla Provincia.

3- Idoneità professionale
L’idoneità professionale (art.7 del Dlgs n. 395 del 2000) è richiesta in capo alla persona che dirige in maniera continuativa ed effettiva l’attività di trasporto e che deve ricoprire necessariamente una delle seguenti funzioni:

  • titolare dell’impresa individuale ovvero collaboratore dell’impresa familiare;
  • socio illimitatamente responsabile nelle società di persone;
  • amministratore unico o membro del Consiglio di Amministrazione per le persone giuridiche e persone private in ogni altro tipo di società o ente ovvero aziende speciali o consorzi;
  • dipendente dell’impresa, al quale siano state attribuite le mansioni di direzione dell’attività di trasporto.

Il requisito dell’idoneità professionale è un titolo che abilita l’autotrasportatore al trasporto nazionale ed internazionale e viene conseguito con il superamento di un esame che accerti la conoscenza delle materie riportate nell’allegato I al D.lgs. n. 395 del 2000 da parte del soggetto richiedente. L’esame deve essere svolto presso la provincia nel cui territorio gli interessati hanno la residenza anagrafica o l’iscrizione nell’anagrafe degli italiani residenti all’estero. 
 
MODALITÀ
L’ adeguamento della posizione di iscrizione all’albo delle persone fisiche e giuridiche che esercitano l’autotrasporto di cose per conto terzi avviene su domanda presentata dall’interessato diretta alla Provincia nel cui territorio l’impresa ha la sua sede principale,
che deve presentare i certificati e la documentazione idonea a dimostrare il possesso dei requisiti di capacità professionale, di capacità finanziaria e di onorabilità.
Dalla data di protocollazione della documentazione richiesta dall’amministrazione all’impresa , la Provincia avrà novanta giorni per procedere alla verifica dei requisiti e all’aggiornamento della posizione.
Il procedimento può essere interrotto se dall’esame dei documenti risulti necessaria un’integrazione, altrimenti terminerà con il rilascio del provvedimento di conferma dell’iscrizione dell’impresa in quanto adeguata ai nuovi requisiti.
In caso di mancata dimostrazione dei requisiti previsti nel termine indicato, l’impresa verrà cancellata d’ufficio dall’albo autotrasporti merci in conto terzi, previo invio alla stessa del preavviso di diniego del provvedimento di conferma per consentire la partecipazione al procedimento di cancellazione dell’impresa interessata.

I nostri Uffici Territoriali sono a disposizione per ogni ulteriore informazioni e per espletare gli adempimenti necessari.

Vai a Assistenza e Affari Generali

Tutte le notizie a proposito di Assistenza tecnica e normativa