torna alle news
29 Ottobre 2009

Le novità IVA della legge comunitaria 2008

La L. n.88/09.- c.d. “Legge Comunitaria 2008” – reca “Disposizioni per l’adempimento di obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia alle Comunità europee”. Nell’art.24 del provvedimento sono contenute numerose disposizioni che impattano soprattutto ai fini della disciplina del valore aggiunto, ma anche ad altri fini quali, ad esempio, la diffusa tematica degli accertamenti in ambito immobiliare. Si procede di seguito alla rappresentazione in forma schematica di tali nuove disposizioni, evidenziandone la diversa decorrenza applicativa.
 

Territorialità delle intermediazioni
Art.24 co.4 lett.a) e co.7 lett.b) n.2, 
entrato in vigore il 15 luglio 2009 (sono valide le operazioni effettuate dal 1.01.08 con nuova disciplina). 

• viene esclusa la territorialità Iva delle intermediazioni “estero su estero” commesse da un soggetto passivo italiano;
• viene abrogato l’art.40 co.8 del D.L. n.331/93 relativo alle regole territoriali, in quanto si deve fare riferimento alla regole generale prevista dall’art.7, lett.f-quinquies), DPR n.633/72.


Meccanismo dell’Inversione contabile

Art.24 co.4 lett.d),
entrato in vigore il 15 luglio 2009 (sono valide le operazioni effettuate dal 1.01.08 con nuova disciplina).
Viene sancita l’obbligatorietà anche per le intermediazioni commesse da un soggetto passivo italiano per il quale il presupposto territoriale risulta soddisfatto in Italia.
 

Rimborsi a soggetti non residenti
Art.24 co.4 lett.e)
entrato in vigore il 15 luglio 2009 (sono valide le operazioni effettuate dal 1.01.08 con nuova disciplina).
Vengono indicate in modo esplicito le operazioni attive che, in deroga al divieto previsto dalla norma, non impediscono il diritto al rimborso da parte del soggetto non residente (sia comunitario che extra UE) che si sia reso acquirente di beni e servizi nel territorio dello Stato.
 

Trattamento delle vendite a distanza
Art.24 co.7 lett.b) n.2 e c),
entrato in vigore il 15 luglio 2009.
Vengono introdotte nuove soglie per le vendite a distanza poste in essere da:

• fornitore comunitario: la detassazione in Italia opera rispetto alla soglia di €35.000;
• fornitore nazionale: la tassazione in Italia opera rispetto alla soglia dei €100.000 ovvero in relazione al minore ammontare stabilito dal Paese membro.
 

Acquisti intra UE degli enti non commerciali
Art.24 co.7 lett.a) n.2,
entrato in vigore il 15 luglio 2009.
Viene incrementata a €10.000 (la precedente era fissata a €8.263) la soglia per la detassazione degli acquisti intracomunitari posti in essere dagli enti non soggetti Iva e altri specifici soggetti che non hanno il diritto alla detrazione sugli acquisti.
 

Modalità di determinazione del valore normale (1)
Art.24 co.4 lett.b)-c),
per operazioni effettuate dal 27 settembre 2009

• La base imponibile delle operazioni senza corrispettivo (quali ad esempio, le assegnazioni ai soci e destinazione a finalità estranee) non è più individuata nel valore normale, ma dal prezzo di acquisto o di costo, determinato in riferimento al momento di effettuazione dell’operazione;
• vengono implementate le fattispecie (previste per evitare comportamenti elusivi) in cui trova applicazione il valore normale nei rapporti tra soggetti collegati.
 

Modalità di determinazione del valore normale (2)
Art.24 co.6.
Decreto da emanare entro il 26 novembre 2009
Viene demandata all’emanazione di un apposito Decreto Ministeriale la fissazione dei nuovi criteri per la determinazione della base imponibile per autovetture e telefoni cellulari concessi dal datore di lavoro ai propri dipendenti verso corrispettivo.
 

Accertamento nei trasferimenti immobiliari
Art.24 cc. 5 e 6,
entrato in vigore il 15 luglio 2009 (da verificare l’applicabilità agli accertamenti in corso).
Tanto ai fini Iva quanto ai fini delle imposte dirette, l’accertamento non potrà più essere fondato sul mero scostamento tra valore dichiarato e valore normale desunto dalle quotazioni OMI. Il valore normale, quindi, torna a rappresentare una presunzione semplice che dovrà essere integrata da altri elementi per giustificare l’accertamento.
 

Per informazioni:
Marco Scorzoni 
m.scorzoni@confartigianatobologna.it

Tutte le notizie a proposito di Fisco

Vai a Amministrazione e Fisco