torna alle news
25 Novembre 2008

Giorgio Guerrini confermato Presidente

L’Assemblea di Confartigianato, riunitasi oggi a Roma, ha rieletto per acclamazione Giorgio Guerrini alla Presidenza per il quadriennio 2008-2012.
Guerrini guiderà quindi anche per i prossimi 4 anni la maggiore Confederazione italiana dell’artigianato e delle piccole imprese che associa 520.000 imprenditori appartenenti a 870 settori di attività e organizzati in 120 Associazioni territoriali (con 1.215 sedi in tutta Italia), 20 Federazioni regionali, 12 Federazioni di categoria, 74 Gruppi di mestiere.

Ad affiancare Guerrini al vertice di Confartigianato, l’Assemblea ha indicato tre Vice Presidenti: Giorgio Merletti (di Varese) con l’incarico di Vice Presidente Vicario; Claudio Miotto (di Vicenza); Francesco Sgherza (di Bari). Cesare Fumagalli è stato confermato Segretario Generale.

Giorgio Guerrini ha 50 anni ed è originario di Arezzo dove svolge l’attività imprenditoriale nel settore dell’alimentazione.

“Confartigianato – ha dichiarato Guerrini indicando le linee programmatiche del suo secondo mandato – prosegue il proprio cammino all’insegna del rinnovamento nella continuità dell’impegno al fianco degli artigiani e delle piccole imprese. La nostra Confederazione, che rappresenta la più grande rete europea di rappresentanza degli interessi e di erogazione di servizi reali alle piccole imprese, è unita e compatta per accompagnare gli imprenditori nelle sfide che li attendono in questa delicata fase congiunturale”.

“Il nuovo Gruppo Dirigente di Confartigianato – ha aggiunto il Presidente Guerrini – intensificherà l’impegno per consentire alle piccole imprese di fronteggiare le ricadute della crisi finanziaria internazionale. Le misure annunciate ieri dal Governo – ha detto Guerrini – vanno nel senso da noi auspicato. Il Paese potrà uscire dalla crisi soltanto se verrà adeguatamente sostenuta l’economia reale del Paese, vale a dire quel sistema di 4.200.000 micro e piccole imprese che rappresenta il 98,2% del tessuto produttivo italiano”.

Confartigianato, costituita nel 1946, rappresenta 1 milione e mezzo di imprese che danno lavoro a 3 milioni e mezzo di addetti, realizzano un valore aggiunto pari a 151,1 miliardi ed esportano beni e servizi per 43,1 miliardi di euro.