torna alle news
3 dicembre 2008

Confartigianato per l’arte

Confartigianato Imprese di Bologna ha avviato un progetto in collaborazione con la Fondazione Città Italia per il recupero dei due dipinti che si trovano nella Sala del Consiglio della Provincia di Bologna.

Il costo del restauro delle tele è stato stimato in 19.000 Euro e realizzato dal Laboratorio del Professor Marco Sarti, accreditato presso la Soprintendenza ai Beni Artistici e Storici di Bologna.

Confartigianato Imprese di Bologna, con la collaborazione diConfartigianato Federimprese Emilia Romagna, si è impegnata a reperire le risorse per un importo complessivo di 19.000,00 euro necessarie a contribuire al recupero di queste importanti testimonianze del passato, con l’attivazione di una raccolta fondi tra i propri 4.500 Associati e coinvolgendo Istituti Bancari, Enti e Consorzi con i quali Confartigianto ha rapporti a diverso titolo.

Carisbo
Banca Popolare Emilia Romagna
Cipea – Consorzio di produzione Edilizia e Affini
Cariee – Consorzio Artigiani Riparatori Installatori Impianti Elettrici ed Elettronici
Finalma – Finanziaria di Francesco Amante
Eber – Ente Bilaterale Emilia Romagna
Ceda – Cassa Edile Artigiana

LA FONDAZIONE

La Fondazione Città Italia è nata nel 2003, su iniziativa del sociologo Professor De Rita, Presidente Onorario della Fondazione, con lo slogan “Insieme teniamo viva l’arte”. Si propone di valorizzare il patrimonio culturale del nostro Paese, promuovendo campagne di sensibilizzazione e di raccolta fondi e offrendo la possibilità ai cittadini di segnalare le opere da restaurare, attraverso il sito internet www.fondazionecittaitalia.it. In questo progetto si avvale del contributo della Confartigianato Imprese di Bologna. Il Presidente è Alain Elkann. Il Segretario Generale è Ledo Prato.

Pubblichiamo la Dichiarazione del dr. Ledo Prato,  Segretario generale della Fondazione CittàItalia in occasione della conclusione dei restauri di “La continenza di Scipione” e “L’ospitalità di Abramo”

Il restauro dei dipinti “La continenza di Scipione” e “L’ospitalità di Abramo” rappresenta un altro dei risultati importanti che la Fondazione CittàItalia ha conseguito per salvaguardare e valorizzare il patrimonio culturale del nostro Paese. La collaborazione della Confartigianato di Bologna, così come la disponibilità dell’Amministrazione Provinciale e del Comune di Bologna, nostro socio, sono risultati decisivi per il successo di questa nostra iniziativa. Vale la pena di segnalare che il restauro è stato effettuato da un artigiano, il Professor Marco Sarti, a conferma della competenza e della professionalità dei restauratori artigiani che, proprio per la loro bravura, meriterebbero un riconoscimento anche di natura legislativa.
E’ utile incoraggiare l’artigianato italiano perché esso rappresenta una straordinaria risorsa per il nostro Paese.
Alla Confartigianato di Bologna, ai suoi dirigenti e ai suoi iscritti va un particolare plauso per aver sostenuto, al pari di altre strutture locali e della Confartigianato Nazionale, le iniziative della nostra Fondazione.
Salvare l’arte significa anche assicurare allo sviluppo economico dell’Italia un futuro certo.
Siamo lieti di annunciare in questa circostanza che nella prossime settimane nuovi restauro saranno avviati a Venezia, a Roma e a Napoli grazie alla generosità di migliaia di cittadini italiani, di associazioni e di imprese.
Ci auguriamo che i cittadini di Bologna, nell’apprezzare il successo di questo intervento, trovino nuove ragioni per continuare a sostenere la Fondazione CittàItalia. 

 -Ledo Prato-