torna alle news
29 Agosto 2011

CCIAA: Contributi Innovazione

CCIAA: Contributi Innovazione

La Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Bologna (CCIAA), assegna contributi alle imprese della provincia di Bologna, al fine di migliorare efficienza e produttività aziendale e conseguentemente il posizionamento competitivo nei mercati locali e globali.

Beneficiari: Micro, piccole e medie imprese della Provincia di Bologna di qualsiasi settore economico ad eccezione di quelle appartenenti ai settori della produzione primaria in agricoltura (coltivazione del fondo e allevamento del bestiame), dell’acquacoltura, della pesca e carboniero.

Contributi: I contributi sono assegnati in conto capitale, in un’unica soluzione nella misura del 50% delle spese ammissibili. Per le imprese femminili il contributo è elevato al 55%. Il contributo non potrà comunque essere superiore a 20.000 Euro per impresa all’anno.  Non saranno prese in considerazione domande di contributo relative a costi complessivi di importo inferiore a 5.000 Euro.

Costi ammissibili: I costi dovranno riguardare spese fatturate e integralmente pagate nel periodo tra il 1 maggio 2011 ed il 28 ottobre 2011.
Sono ammesse a contributo esclusivamente le seguenti spese, al netto dell’IVA:

  1. Acquisto e installazione di impianti, macchinari e attrezzature funzionali al miglioramento dell’efficienza e della produttività aziendale e software specialistici per l’interconnessione delle attività produttive aziendali;
  2. Acquisto e installazione di nuovi arredamenti dei locali destinati all’attività produttiva aziendale, con esclusione degli arredamenti per uffici amministrativi non accessibili al pubblico;
  3. Costi per acquisizione di brevetti e diritti di licenza finalizzati allo sviluppo competitivo dell’impresa;
  4. Costi per spese impiantistiche e opere civili finalizzate alla realizzazione di reti telematiche;
  5. Consulenze specialistiche per l’introduzione o l’implementazione di tecnologie produttive finalizzate ad uno sviluppo e/o riqualificazione competitiva sul mercato di riferimento, anche sotto la forma del temporary manager. Tale spesa viene ammessa a condizione che nella stessa richiesta di contributo risulti anche il sostenimento del costo per l’acquisizione della tecnologia, rientrante in una delle tipologie di costo riportate nei punti da 1 a 4, cui si riferiva la consulenza. Il limite massimo di importo di tale voce di spesa considerato ai fini dell’ammissione a contributo è pari a € 20.000,00.

Sono ammissibili solo i nuovi impianti o sistemi di cui sopra, esclusi gli ampliamenti e gli adeguamenti dei preesistenti.

Scadenza: Le domande dovranno essere inviate, esclusivamente in modalità telematica, tra il 19 Settembre 2011 e il 28 ottobre 2011, salvo chiusura anticipata del bando per esaurimento dei fondi.