torna alle news
20 settembre 2006

Bologna e il suo futuro

Sono stati Sergio Cofferati e Maria Lucia Candida i protagonisti della tavola rotonda "Bologna e il suo futuro", momento clou della convention annuale della nostra Associazione, che si è svolta nella Sala Topazio della Camera di Commercio lo scorso 9 settembre, davanti a una platea di 250 persone, composta dal gruppo dirigente e dai dipendenti del "sistema" Confartigianato Federimprese di Bologna e con la presenza di numerosi ospiti in rappresentanza delle istituzioni e del mondo economico.

Il Sindaco di Bologna e il Direttore Generale della Carisbo hanno discusso del futuro della città insieme al Segretario Provinciale Agostino Benassi e al Presidente Provinciale Fabio Bordoni. Al centro del dibattito le sfide che attendono Bologna: le grandi opere che ne dovranno cambiare il volto garantendo lo sviluppo del sistema economico; la necessità di crescita di Fiera, Aeroporto e Atc attraverso aggregazioni; la necessità delle aziende di poter contare su banche radicate sul territorio che possano sostenerle nella loro quotidianità.Non sono mancati i riferimenti alla stretta attualità sulle politiche di riqualificazione del centro storico di Bologna al centro di un braccio di ferro tra Comune e Associazioni: Confartigianato Federimprese ha chiesto a Palazzo D’Accursio di riaprire un confronto sulla riqualificazione di quello che dovrebbe essere il salotto buono della città, in cui operano quotidianamente migliaia di commercianti e artigiani.

Durante i lavori sono stati presentati gli straordinari risultati ottenuti dalla nostra Associazione dal 1998 al 2006: gli associati sono passati da 2157 a 4370 con un incremento del 202%, le sedi erano 18 ed ora sono 34, impennata anche per i dipendenti passati da 92 a 230, mentre mentre il fatturato è passato da 3 milioni e 800mila euro agli attuali 11milioni di euro. Il Segretario Agostino Benassi ha confermato l’impegno dell’Associazione a continuare nel percorso di sviluppo intrapreso e a fornire servizi sempre più qualificati e innovativi a supporto delle imprese associate.

Non può mancare una nota sull’esilarante esibizione di Giuseppe Giacobazzi, comico reso celebre dalla trasmissione televisiva Zelig, che in coppia con Duilio Pizzocchi ha riscaldato la platea impersonando a sorpresa due sanguigni e spontanei "artigiani". Possiamo dire che per noi è un vero onore annoverare una persona così tanto creativa tra i nostri associati. Infatti, per chi non lo sapesse, quando Giacobazzi scende dal palcoscenico torna alla sua insospettabile "vera identità" di imprenditore, titolare di un’azienda da sempre associata alla Confartigianato Federimprese di Bologna!

La galleria fotografica della giornata è allegata a questo articolo, cliccando sulle fotografie è possibile ingrandirle.

Tutte le notizie a proposito della nostra Associazione

Vai a La nostra Associazione, i Servizi per le Imprese , i Servizi per le persone