torna alle news
28 gennaio 2010

Bando internazionalizzazione – Cina

Scade il 22 febbraio il bando straordinario per iniziative di internazionalizzazione da svolgere in Cina presentate da almeno 4 imprese. Il contributo pubblico ammonta al 75% delle spese ammissibili, con un limite per progetto di € 100.000.

Sintesi del bando per l’attuazione dei programmi di sostegno all’internazionalizzazione del sistema produttivo, a favore di iniziative rappresentative di filiera, di promozione, di penetrazione commerciale e di cooperazione industriale – 5.2 D – anno 2010:

Iniziativa straordinaria per la partecipazione all’Esposizione Universale di Shanghai 2010:
Sono ammessi i progetti presentati da aggregazioni di almeno 4 piccole e medie imprese (P.M.I.), che prevedano un percorso strutturato di internazionalizzazione verso il mercato cinese, includendo obbligatoriamente, fra le attività, anche la realizzazione di azioni promozionali nell’ambito dell’Expo’ di Shanghai 2010.

Le imprese devono:
• Avere sede principale nel territorio della Regione Emilia-Romagna, come indicato dall’atto d’iscrizione alla Camera di Commercio;
• Partecipare finanziariamente ad un solo progetto, in modo tendenzialmente equilibrato fra le imprese dell’ATI.
 

Spese ammissibili:
I progetti oggetto del presente bando devono identificare un distretto territoriale o una filiera produttiva specializzata, o un settore, e definire chiaramente un percorso strutturato di internazionalizzazione, finalizzato allo sviluppo in cooperazione tra le imprese di iniziative rivolte alla promozione, penetrazione commerciale e industriale che preveda un insieme articolato e finalizzato di azioni.

Sono considerate spese ammissibili solo le spese espressamente previste dal progetto e ad esso effettivamente inerenti.
Sono ammissibili solo le spese seguenti:

1) La partecipazione, nella sola forma aggregata, a eventi fieristici di rilevanza internazionale e significativi per la filiera di riferimento, comprendente:
• Il costo dell’area espositiva e dell’allestimento dello stand comune;
• Il trasporto dei materiali e dei prodotti, compresa l’assicurazione. Sono escluse le spese doganali;
• Il costo di hostess e interpreti;
Non sono ammesse le spese di viaggio e di soggiorno.

2) Interventi di promozione e pubblicità sul mercato cinese nella sola forma aggregata, comprendenti:
• L’acquisto di spazi pubblicitari comuni su carta stampata, in televisione, cartellonistica, su siti internet e media simili;
• La realizzazione comune di incontri, eventi, convegni, esposizioni temporanee di prodotti e conferenze stampa (affitto locali, spese di spedizione, interpretariato, traduzione, consulenze esterne, acquisto di spazi promozionali su media);
• L’ideazione comune di materiale pubblicitario e promozionale in lingua estera (brochure, depliant, video, e simili).
Non sono ammesse le spese relative all’acquisto o al nolo di uffici, negozi, magazzini, e quanto altro sia dedicato ad attività permanenti.

3) Spese per consulenze esterne inerenti la ricerca in comune di partner commerciali o industriali, agenti, buyers, importatori.
4) Spese di coordinamento, in capo al mandatario, nella misura massima del 10% della somma delle spese ammissibili;
5) I costi notarili per la costituzione dell’ATI.
Saranno ammesse a contributo le spese sostenute a partire dal 22/02/2010 sino al 05/03/2011.

Il mandatario potrà effettuare unicamente variazioni non sostanziali al progetto: fermo restando il valore totale delle spese ammesse a contributo, saranno ammesse variazioni di budget per spostamenti fra le singole voci di spesa preventivate nel limite del 20%.

Determinazione del contributo:
Il contributo viene concesso fino al 75% delle spese ammesse, effettivamente sostenute, per le quali si chiede il contributo. Tali spese si intendono sempre al netto di IVA e di eventuali contributi previdenziali. Il contributo concesso per ciascun progetto non potrà essere superiore a Euro 100.000,00.

Termini di presentazione della domanda:
Le domande di partecipazione, con allegata la documentazione obbligatoria richiesta, dovranno pervenire entro e non oltre il 22/02/2010

Almeno il 50% delle attività indicate del progetto (in termini di costi) dovrà essere sostenuto nel periodo dell’expo di Shangai (dal 1° maggio al 31 ottobre 2010).
Per informazioni approfondite sulle misure sopra indicate vi invitiamo a contattare il nostro ufficio credito o visitare il sito web.

Per informazioni:

Ufficio Credito Confartigianato
Luciano Moda, Lucia Gandini
051/4172311-051/6388670
l.moda@confartigianatobologna.it
l.gandini@confartigianatobologna.it

Vai al Credito

Tutte le notizie a proposito di Credito