torna alle news
8 Novembre 2006

Auto Aziendali

Il recupero dell’IVA sulle auto.

La Corte di Giustizia Ue ha ammesso il diritto di detrazione dell’IVA corrisposta su acquisti e importazioni di auto, e sulle spese per manutenzioni e carburante. La sentenza non concede la detraibilità del 100% dell’IVA correlata alle auto ma unicamente di quella che risulta inerente all’attività d’impresa o professionale. Oggi, al contribuente, per ripartire l’iva tra quota detraibile e quota indetraibile, viene lasciata libera scelta nell’adottare il criterio che meglio si adatta alla sua specifica situazione, ribadendogli che l’onere di provare l’inerenza dell’auto all’attività è a suo carico. Il D.L. n. 258 del 15/09/2006 ha però imposto una procedura ad hoc per il recupero dell’IVA pregressa impropriamente non detratta. Il contribuente dovrà: per l’IVA non detratta dal 1/01/2003 al 13/09/2006, presentare un’istanza di rimborso in forma telematica, con un apposito modello in via di approvazione; per l’IVA sugli acquisti effettuati dal 14 settembre u.s. può essere portata in detrazione nella liquidazione periodica dell’IVA relativa al mese di settembre o relativa al terzo trimestre 2006.

Nuovi limiti di deduzione.

Per arginare gli effetti della sentenza della Corte di Giustizia Ue, Il D.L. 262 del 3 ottobre 2006 ha stravolto le regole di deducibilità dei costi delle auto aziendali ad uso promiscuo, già per il periodo d’imposta 2006. Questa la sintesi dei nuovi limiti:deducibilità integrale per i veicoli considerati esclusivamente strumentali nell’attività d’impresa e veicoli adibiti ad uso pubblico; deducibilità all’80% dei costi (e fino al limite di 25.822,84 euro per l’acquisto dell’auto) per i veicoli utilizzati dagli agenti e rappresentanti; deducibilità dell’importo che costituisce reddito per il lavoratore dipendente, fringe benefit, per i veicoli dati in uso promiscuo ai dipendenti per la maggior parte del periodo d’imposta; nessuna deducibilità per i veicoli Utilizzati nell’esercizio di Imprese individuali e società. Deducibilità, per un solo veicolo, delle quote di ammortamento nella misura del 25% nei limiti di costo di 18.075,99 euro e deducibilità del 25% delle altre spese per i veicoli utilizzati da artisti e professionisti.

Per informazioni più dettagliate è possibile rivolgersi al proprio Ufficio di Zona.

Tutte le notizie a proposito di Fisco

Vai a Amministrazione e Fisco