torna alle news
27 maggio 2003

AREA ASSOCIATIVA – Impiantisti: emendamenti di Confartigianato sul “post-contatore”

Com’è noto, a causa di alcune evidenti storture legislative, le imprese d’installazione artigiane e di piccole dimensione si trovano, di fatto, sempre più soggette alla concorrenza sleale delle imprese ex monopoliste, che sfruttano i vantaggi offerti dalla loro posizione economica dominante.
L’approvazione, sia pure in sede referente, degli emendamenti di Confartigianato recepisce finalmente il forte messaggio che la Confederazione ha inteso trasmettere in sede parlamentare in favore della libera concorrenza per tutte le imprese dell’installazione d’impianti.
Gli emendamenti prevedono l’abolizione dell’obbligo per i distributori di gas di intervenire ai fini dei controlli di sicurezza direttamente nel mercato a valle del contatore e l’introduzione del divieto (imposto agli stessi distributori che hanno in affidamento la gestione di servizi pubblici locali in generale) di esercitare, in proprio o con s
ocietà collegate o partecipate, attività in regime di concorrenza ( in settori verticalmente collegati o contigui di attività e nei confronti degli stessi utenti del servizio pubblico e degli impianti).
Confartigianato auspica, naturalmente, che alla Camera e al Senato si confermi il lavoro svolto, fin qui, in Commissione.