Archivi del mese: Febbraio 2020

Coronavirus: in Emilia-Romagna chiuse scuole, musei ed eventi annullati

La Regione comunica che dal 24 febbraio fino all’1 marzo, in Emilia-Romagna è stata decisa la sospensione dell’attività di tutte le scuole di ogni ordine e grado, asili nido, Università, musei, manifestazioni ed eventi, procedure concorsuali, per ordinanza del presidente Stefano Bonaccini e del ministro Roberto Speranza.
Queste sono le misure che vengono adottate in regione per contrastare la diffusione del Coronavirus e che saranno valide fino al prossimo 1 marzo compreso.

Confartigianato Bologna è a disposizione per qualsiasi informazione utile e supporto in caso di eventuali difficoltà delle aziende, ed è pronta a collaborare con le autorità sanitarie, la Regione e le imprese affinché questa emergenza giunga al più presto a soluzione.

I contenuti dell’ordinanza
In primo luogo, si prevede la “Sospensione di manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, di eventi e di ogni forma di aggregazione in luogo pubblico o privato, anche di natura culturale, ludico, sportiva ecc, svolti sia in luoghi chiusi che aperti al pubblico”.

È Prevista inoltre la “Sospensione dei servizi educativi dell’infanzia e delle scuole di ogni ordine e grado nonché della frequenza delle attività scolastiche e di formazione superiore, corsi professionali, master, corsi per le professioni sanitarie e università per anziani ad esclusione dei medici in formazione specialistica e tirocinanti delle professioni sanitarie, salvo le attività formative svolte a distanza”. Sospeso anche “ogni viaggio di istruzione sia sul territorio nazionale che estero”.

Inoltre, l’Ordinanza prevede la “Sospensione dei servizi di apertura al pubblico dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura, nonché dell’efficacia delle disposizioni regolamentari sull’accesso libero o gratuito a tali istituti o luoghi”.

Prevista la “quarantena” per chi proviene da territori a rischio Coronavirus
C’è, inoltre, la “Previsione dell’obbligo da parte di individui che hanno fatto ingresso in Emilia-Romagna da zone a rischio epidemiologico come identificate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità di comunicare tale circostanza al Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda sanitaria competente per territorio per l’adozione della misura di permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva”.

Le misure sanitarie nell’ordinanza regionale contro il Coronavirus
Le Direzioni sanitarie ospedaliere “devono predisporre la limitazione dell’accesso dei semplici visitatori alle aree di degenza, preferibilmente una persona per paziente al giorno”. Anche le RSA per non autosufficienti “dovranno limitare l’accesso dei visitatori agli ospiti”. L’Ordinanza “raccomanda fortemente che il personale sanitario si attenga alle misure di prevenzione per la diffusione delle infezioni per via respiratoria nonchè alla rigorosa applicazione delle indicazioni per la sanificazione e disinfezione degli ambienti previste dalle circolari ministeriali”.

Il trasporto pubblico
Per quanto riguarda il trasporto pubblico, “deve essere predisposta dagli organismi competenti la disinfezione giornaliera dei treni regionali e di tutto il trasporto pubblico locale via terra, via aere e via acqua.

Le corrette misure igieniche contro il Coronavirus
L’ordinanza ricorda poi le misure igieniche che le persone sono chiamate a rispettare:
• Lavarsi spesso le mani, a tal proposito si raccomanda di mettere a disposizione in tutti i locali pubblici, palestre, supermercati, farmacie, e altri luoghi di aggregazione soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani.
• Evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute
• Non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani.
• Coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce.
• Non prendere farmaci antivirali né antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico
• Pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol
• Usare la mascherina solo si sospetta di essere malato o si assiste persone malate
• I prodotti Made in China e i pacchi ricevuti dalla Cina non sono pericolosi
• Contatta il numero verde 1500 se hai febbre o tosse e sei tornato dalla Cina da meno di 14 giorni.
• Gli animali da compagnia non diffondono il nuovo Coronavirus

Confartigianato a confronto con il Ministro del Lavoro per definire piano di gestione dell’emergenza CORONAVIRUS

I rappresentanti di Confartigianato hanno partecipato oggi a Roma alla riunione con le parti sociali convocata dal Ministro del lavoro Nunzia Catalfo per definire e condividere il piano di gestione dell’emergenza coronavirus. Confartigianato ha ribadito la piena collaborazione alle iniziative che il Governo e le istituzioni nazionali e locali sono impegnati a realizzare. La Confederazione è responsabilmente impegnata ad attuare tutte le misure che hanno come prioritario obiettivo la tutela della salute delle persone. Nei prossimi giorni Confartigianato continuerà a partecipare al confronto con i rappresentanti dell’Esecutivo per contribuire a definire gli interventi a salvaguardia della popolazione e delle attività degli imprenditori.

Al termine dell’incontro, il Ministro Catalfo ha dichiarato: “Stiamo predisponendo una serie di strumenti a tutela dei lavoratori delle aree interessate” dall’emergenza Coronavirus, dalla “cassa integrazione ordinaria, al fondo di integrazione salariale o la Cig in deroga per le aziende con meno di 6 dipendenti”.  A questo proposito, Confartigianato difenderà la scelta di una specifica forma su misura per l’artigianato operata con FSBA per i tempi ordinari.

Il Ministro Catalfo ha altresi’ precisato che le tutele andranno anche “ai non sono residenti che si recano nelle zone interessate” per lavoro. Il tavolo sarà “permanente per monitorare l’evolversi della situazione”. Il prossimo incontro al Ministero è previsto martedì.

Da parte sua, Rete Imprese Italia ha diffuso un comunicato nel quale apprezza la celerità con cui la Ministra del Lavoro Nunzia Catalfo ha convocato il tavolo con le parti sociali sul piano di contenimento e gestione dell’emergenza Coronavirus. In particolare, riteniamo positivo l’impegno per la sospensione dei pagamenti per le attività delle aree colpite e sugli indennizzi per le imprese. Bene pure la prospettata estensione delle misure di sostegno agli autonomi e alle attività con cinque dipendenti e meno. Apprezzamento anche per l’estensione delle previsioni delle causali del Fondo Integrazioni Salariali alle imprese non ricomprese, e la previsione di cassa in deroga per chi ha solo cassa straordinaria, non computandole nei termini massimi di cassa integrazione o FIS. L’auspicio è che il tavolo d’emergenza diventi permanente, e che il confronto ora sia allargato a tutti i ministeri competenti, per arrivare all’individuazione di interventi condivisi che siano efficaci nella tutela della salute pubblica e sostenibili per le attività economiche.

CONVENZIONE CONFARTIGIANATO SIAE – Tariffe Associati

La Convenzione per il pagamento dei diritti d’autore per la “Musica d’ambiente” trasmessa nei laboratori artigiani, negli ambienti di lavoro non aperti al pubblico, nei negozi di vendita aperti al pubblico e nei pubblici esercizi (bar, ristoranti ecc), prevede che gli associati alla Confartigianato, dietro presentazione della tessera associativa, usufruiscano di una riduzione del 25% sulle tabelle tariffarie SIAE 2020.
La Convenzione è applicabile anche ai compensi previsti per l’utilizzo di musica nelle attese telefoniche e per gli apparecchi installati su automezzi pubblici, per i quali, quindi, le imprese associate possono usufruire di una riduzione pari al 40%. Al fine di usufruire della riduzione è necessario versare i compensi previsti per i diritti d’autore entro il 29 febbraio 2020 .

TABELLE COMPENSI SIAE 2020

Laboratori-Artigiani-e-Negozi-2020
Pubblici-Esercizi-2020
Tratt.-mus.-senza-ballo-2020
Attese-Telefoniche-su-Telefonia-Fissa-2020
Musica-di-Sottofondo-in-Automezzi-Pubblici-2020
Musica-di-Sottofondo-in-Stabilimenti-Balneari-2020
Attività_animazione-balneari-2020

 

Il rinnovo può essere effettuato sia online, all’indirizzo:
https://www.siae.it/it/sol_mda/u/subscription, se in possesso delle credenziali, sia rivolgendosi agli sportelli SIAE in tutta Italia. Guarda il video tutorial

CONFARTIGIANATO: Evento 11 febb. ore 18.30 – EDUCAZIONE FINANZIARIA e IMPRENDITORI

Confartigianato in collaborazione con
ANASF (Associazione Nazionale dei Consulenti Finanziari)

è lieta di invitarla al ciclo di incontri di educazione finanziaria per gli imprenditori ed i cittadini:
 
EDUCAZIONE FINANZIARIA e IMPRENDITORI
Gli incontri hanno lo scopo di fornire alcune informazioni sugli strumenti e le logiche di un settore profondamente delicato ed in evoluzione per aiutare a sviluppare le competenze utili per la gestione finanziaria e per fare scelte consapevoli evitando di incorrere in errori di valutazione, migliorarando così il proprio benessere finanziario.
“Colui che non prevede le cose lontane si espone ad infelicità ravvicinata”
Confucio

Il primo appuntamento

PianificalaMente

metti in conto i tuoi sogni

si terrà
l’11 F E B B R A I O alle ore 18.30
presso la sede di
CONFARTIGIANATO BOLOGNA
VIA PAPINI 18
Programma
Saluto introduttivo
Giuseppe Cremonesi – Segretario Confartigianato Bologna
Intervento
Ferdinando Lettieri  – Comitato regionale ANASF
David Costi – Formatore ANASF
L’incontro avrà una durata di circa un’ora e sarà seguito da un aperitivo

Per motivi organizzativi si richiede conferma di partecipazione da inviarsi alla Segreteria organizzativa entro il 7 febbraio via mail a: eventi@confartigianatobologna.it

Segreteria organizzativa
Confartigianato Bologna
Mail: eventi@confartigianatobologna.it

Scarica l’invito cliccando qui