torna alle news
17 marzo 2008

Testo Unico per la sicurezza sul lavoro

Il provvedimento – predisposto in attuazione della legge delega 123/2007 ed ora all’attenzione delle Commissioni parlamentari e della Conferenza Stato/Regioni per i necessari pareri – è costruito su una architettura analoga all’uscente "626", al cui interno trovano però posto nuove norme miranti ad ampliare il campo di applicazione della normativa sulla sicurezza, a rafforzare il ruolo delle rappresentanze dei lavoratori, a semplificare alcuni obblighi formali e ad inasprire le sanzioni.

Ampliamento del campo di applicazione
Le norme sulla tutela dei lavoratori si applicheranno in modo integrale a tutte le tipologie di lavoratori presenti in un ambiente di lavoro

Rafforzamento delle rappresentanze dei lavoratori
Maggiori prerogative ai rappresentanti dei lavoratori territoriali e creazione di un rappresentante di sito produttivo in realtà particolarmente com-plesse e pericolose (come i porti) 

Rivisitazione e coordinamento delle attività di vigilanza
Eliminazione delle sovrapposizioni e miglioramento dell’efficienza degli interventi. Creato un sistema informativo pubblico per la condivisione e la circolazione di notizie su infortuni, ispezioni,attività in materia di salute e sicurezza sul lavoro.
 
Finanziamento delle azioni promozionali
Sovvenzione di azioni sia private e pubbliche, come l’inserimento nei programmi scolastici e universitari della materia della salute e sicurezza sul lavoro.
 
Revisione sistema sanzionatorio
Queste le linee della nuova disciplina:
  • pena dell’arresto da 6 a 18 mesi per il datore di lavoro che non abbia effettuato la valutazione dei rischi cui possono essere esposti i lavoratori in aziende che svolgano attività con elevata pericolosità;
  • nei casi meno gravi di inadempienza, la sanzione dell’arresto alternativo all’ammenda o della sola ammenda, con graduazione delle sanzioni in relazione alle violazioni;
  • al datore di lavoro che si mette in regola non è applicata la sanzione penale ma una pecuniaria;
  • il datore di lavoro che elimina e le conseguenze della violazione o che adempie, anche tardivamente, ottiene una riduzione della pena.
 
Semplificazione obblighi formali
Prevista la riduzione degli adempimenti di tipo burocratico.
 

Gli uffici Confartigianato sono a disposizione per ogni chiarimento necessario

 Tutte le notizie a proposito di Ambiente Sicurezza e Qualità

Vai a Ambiente Sicurezza e Qualità