torna alle news
24 maggio 2004

SERVIZI ALLA PERSONA – GESTIONE RIFIUTI “TAGLIENTI”

Un recente parere espresso dal
Ministero dell’Ambiente, introduce una nuova gestione dei rifiuti “taglienti”
prodotti da estetiste, barbieri e parrucchiere, classificando i rifiuti
taglienti come rifiuti sanitari pericolosi a rischio infettivo.

Confartigianato sta
lavorando per sottoporre all’attenzione della provincia di Bologna una serie di
proposte tese a ridurre al minimo il disagio per le imprese del settore
Servizi alla Persona
, attraverso una serie di importanti semplificazioni
agli adempimenti e alle procedure di gestione dei rifiuti prodotti all’interno
dei “Centri Estetici e dei “Saloni di Acconciatura”.

Con l’obiettivo di evitare
spiacevoli inconvenienti, Confartigianato organizza incontri informativi
volti a trasmettere gli adeguati accorgimenti da porre in essere.

Tutti coloro che non avessero
avuto la possibilità di partecipare all’incontro del 27 maggio, potranno partecipare al prossimo appuntamento che si terrà il Mercoledì 16 giugno presso la sede provinciale di Confartigianato – Via Papini, 18 – Bologna e
contattare il funzionario della categoria Lazzaro Callegari
(051/6153998) per informazioni.

Ai partecipanti verrà fatto omaggio di un contenitore per
rifiuti sanitari infetti, necessario per ottemperare agli obblighi di legge.