torna alle news
20 novembre 2007

Scomputo ritenute d’acconto

Scomputo delle ritenute d’acconto operate solo con certificazione del sostituto d’imposta
La Commissione Finanze della Camera dei Deputati ha chiarito, in risposta ad un’interrogazione parlamentare, che la certificazione delle ritenute di acconto operate dal sostituto di imposta rappresenta l’unico documento idoneo a giustificare lo scomputo delle ritenute da parte del sostituito nella propria dichiarazione dei redditi. L’Agenzia delle Entrate non ha previsto un apposito modello di certificazione: le stesse possono essere effettuate in forma libera purché contenenti quanto stabilito dall’art.4, co.6-ter, del DPR n.322/98 e sottoscritte dal sostituto di imposta. Il lavoratore autonomo non può scomputare le ritenute subite in presenza di documenti diversi dalle certificazioni menzionate.
(Camera dei Deputati, Interrogazione n.5-01529, 03/10/2007)

Per informazioni:
fiscale@confartigianatobologna.it

Tutte le notizie a proposito di Fisco

Vai a Amministrazione e Fisco