torna alle news
1 gennaio 1970

ISCRIZIONE ALBO GESTIONE AMIANTO

 

AMIANTO: iscrizione all’albo nazionale

 

Sono stati
stabiliti i requisiti per l’iscrizione all’Albo Nazionale delle imprese che
svolgono attività di bonifica dei beni contaminati dall’amianto.

La delibera
del Comitato nazionale dell’albo ha previsto la suddivisione della specifica
categoria 10 in due sottocategorie:

 

Cat. 10A

attività di bonifica dei beni contenenti amianto effettuata sui
seguenti materiali: materiali edili contenenti amianto legato in matrici
cementizie o resinoidi.

Cat.
10B

attività di bonifica
dei beni contenenti amianto effettuata sui seguenti materiali: materiali
d’attrito, materiali isolanti (pannelli, coppelle, carte e cartoni, tessili,
materiali spruzzati, stucchi, smalti, bitumi, colle, guarnizioni, altri
materiali isolanti), contenitori a pressione, apparecchiature fuori uso,
altri materiali incoerenti contenenti amianto.

 

Queste due
sottocategorie sono, a loro volta articolate, in cinque classi. In rapporto
alla pericolosità dei materiali trattati sono richiesti differenti requisiti
che riguardano:

·         
la tipologia e il valore delle attrezzature;

·         
il livello di formazione del responsabile tecnico;

·         
la capacità finanziaria dell’impresa;

 

L’iscrizione delle imprese che svolgono
l’attività di bonifica dei beni contenenti amianto all’Albo nazionale delle
imprese che effettuano la gestione dei rifiuti è subordinata alla presentazione
di idonea garanzia finanziaria in misura dipendente dall’attività
potenzialmente svolta, a copertura delle obbligazioni connesse alle operazioni
di messa in sicurezza, bonifica, ripristino ambientale, realizzazione di
eventuali misure di sicurezza, trasporto e smaltimento dei rifiuti. La garanzia
finanziaria deve essere prestata per tutta la durata dell’iscrizione all’Albo.