torna alle news
3 febbraio 2011

Internazionalizzazione PMI

Beneficiari: Consorzi o raggruppamenti di almeno 3 imprese artigiane; i progetti presentati dovranno assolvere alla caratteristica di interregionalità per cui le imprese partecipanti dovranno avere sede legale o operativa in due Regioni diverse.

Le tipologie di progetto ammissibili sono:
– campagne di promozione all’estero (partecipazione a Fiere e Mostre, azioni di comunicazione sul mercato, seminari, incontri bilaterali tra operatori);
– missioni commerciali settoriali;
– azioni pubblicitarie per diffondere la conoscenza di prodotti / marchi;
– affitto di locali all’estero per workshop, seminari, dimostrazioni;
– conferenze di commercializzazione (nel territorio ove hanno sede legale le imprese proponenti) destinate ad operatori esteri;
– formazione in materia di marketing internazionale;
– studi di fattibilità per investimenti commerciali o produttivi all’estero (spese per showroom, centri servizi, franchising, joint venture);
– studi e consulenze professionali finalizzati alla messa in rete delle imprese proponenti per una loro migliore promozione nei mercati internazionali;
– consulenza in materia di innovazione finalizzata all’internazionalizzazione.

Costi ammissibili:
– affitto ed allestimento di fiere all’estero, workshop, seminari, dimostrazioni;
– affitto in Italia per conferenze di commercializzazione o corsi di formazione;
– materiale pubblicitario, cataloghi, brochure, inserzioni pubblicitarie nella lingua estera;
– spese di interpretariato e traduzioni;
– spese per il trasporto dei beni da esporre;
– spese di viaggio e soggiorno di operatori esteri;
– spese di viaggio e soggiorno degli operatori italiani (fino ad un 10% del costo complessivo);
– docenze formative;
– consulenze professionali per allestimenti, studi di fattibilità, programmi di innovazione organizzativa;
– spese per studi di mercato strettamente funzionali al progetto.

Contributi: Il contributo erogato sarà in conto capitale fino al 50% dei costi sostenuti. Il contributo massimo ottenibile è di Euro 100.000,00 per raggruppamenti fino a 6 aziende, il contributo arriverà fino a Euro 150.000,00 per raggruppamenti di almeno 7 aziende.

Presentazione della domanda e criteri di valutazione: Le domande dovranno essere spedite tramite Raccomandata AR entro 45 giorni dalla pubblicazione del Bando sulla Gazzetta Ufficiale.

NB: la pubblicazione del Bando deve ancora avere luogo e presumibilmente avverrà intorno ai primi giorni di marzo 2011.

A seguito della ricezione delle domande verrà fatta una valutazione delle stesse che terrà conto delle seguenti caratteristiche prioritarie:
– coinvolgimento di un maggior numero di imprese
– iniziative destinate al miglioramento della distribuzione di prodotti italiani all’estero
– iniziative destinate alla promozione di un marchio collettivo
– progetti volti a stabilizzare la presenza di imprese sul mercato estero
– progetti rivolti a filiere di imprese artigiane o a tipologie innovative di intervento
– progetti collegati ad iniziative già finanziate con altri fondi pubblici