torna alle news
4 dicembre 2006

Incentivi metano e GPL

Incentivi per la trasformazione dei PRE-EURO
 
Soggetti destinatari del contributo:
 
  • persone fisiche residenti nel Comune di Bologna
  • persone giuridiche con sede nel Comune di Bologna, con esclusione delle attività di trasporto c/terzi.
 
Entità dell’incentivo:
 
400 euro sia nel caso dell’installazione di un impianto di alimentazione a metano che nel caso dell’installazione di un impianto a GPL.
 
Come avere l’incentivo:
 
Il contributo viene erogato mediante sconto sul costo della trasformazione. Da lunedì 20 febbraio 2006 gli aventi diritto possono prenotare presso le officine aderenti all’iniziativa.
 
Per quali veicoli può essere richiesto:
 
veicoli PRE EURO.
N.B. in caso di esaurimento dei fondi I.C.B.I., se vi sarà ancora disponibilità sul fondo assegnato al progetto "Io guido sempre ecologico-Liberiamo l’aria", saranno aperte le prenotazioni anche agli Euro 1 ed Euro 2 con il medesimo meccanismo di erogazione
 
Ulteriori benefits erogati agli aventi diritto:
 
a) un blocchetto di buoni sconto GPL o Metano per un valore complessivo di 52,00 euro spendibile presso i distributori di carburante che aderiscono all’iniziativa;
b) l’Atlante stradale dei distributori GPL e metano d’Italia;
c) abbonamento per una anno alla rivista "EcoMobile" A Tutto Gas News", rivista internazionale della tecnologia innovativa per la mobilità;
d) logo dell’Operazione "Liberiamo l’aria".
 
Fondi ancora disponibili
 
Incentivi per la trasformazione degli "EURO 1" ed "EURO2"
 
Soggetti destinatari del contributo:
 
  • persone fisiche, per autovetture di loro proprietà, residenti in uno dei Comuni che hanno aderito alla Convenzione ICBI;
  • persone giuridiche, che possono accedere al contributo previsto limitatamente ai mezzi destinati all’utilizzo in conto proprio.
Rimangono escluse le persone giuridiche che svolgono attività di trasporto merci in conto terzi e quelle che hanno ricevuto oltre 100.000 Euro di aiuti pubblici negli ultimi tre anni ai sensi del regolamento comunitario n. 69 del 12 gennaio 2001 relativo agli aiuti di stato di importanza minore ("de minimis").
 
Entità dell’incentivo:
 
350 euro sia nel caso dell’installazione di un impianto di alimentazione a metano che nel caso dell’installazione di un impianto a GPL.
 
Come avere l’incentivo:
 
Il contributo viene erogato mediante sconto sul costo della trasformazione.
Da lunedì 13 febbraio 2006 è possibile prenotare presso le officine autorizzate la trasformazione dell’impianto di alimentazione dell’auto a GPL o gas metano.
 
Per quali veicoli può essere richiesto
 
possono essere oggetto di trasformazione finanziata col nuovo accordo di programma i veicoli alimentati a benzina, appartenenti alla classe "euro 1" ed "euro 2", generalmente immatricolati tra il 1 gennaio 1993 ed il 31 dicembre 2000.
I veicoli devono essere in regola sia con la revisione periodica prevista dal d.lgs. 30 aprile 1992, n. 285, e successive modificazioni, sia con quanto previsto dalla direttiva del Ministro dei Lavori Pubblici 7.7.1998 (Bollino blu), nei Comuni ove sia previsto tale obbligo.
 
Fondi ancora disponibili
 
 Incentivi per la trasformazione degli "EURO 3"
 
Dall’8 novembre 2006, nell’ambito del progetto del Comune di Bologna "Io guido sempre ecologico-Liberiamo l’aria" finanziato dalla Regione Emilia-Romagna, vengono estesi gli incentivi per la trasformazione degli autoveicoli omologati "EURO 3".
 
Soggetti destinatari del contributo:
 
  • Persone fisiche residenti nel Comune di Bologna
  • persone giuridiche con sede nel Comune di Bologna, con esclusione delle attività di trasporto c/terzi.
 
Entità dell’incentivo:
 
400 euro sia nel caso dell’installazione di un impianto di alimentazione a metano che nel caso dell’installazione di un impianto a GPL.
Come avere l’incentivo:
 
Il contributo viene erogato mediante sconto sul costo della trasformazione. Gli aventi diritto possono prenotare presso le officine aderenti all’iniziativa
 
Per quali veicoli può essere richiesto:
 
veicoli EURO 3
 
 ulteriori benefits agli aventi diritto:
 
a) un blocchetto di buoni sconto GPL o Metano per un valore complessivo di 52,00 euro spendibile presso i distributori di carburante che aderiscono all’iniziativa;
b) l’Atlante stradale dei distributori GPL e metano d’Italia;
c) abbonamento per una anno alla rivista "EcoMobile" A Tutto Gas News", rivista internazionale della tecnologia innovativa per la mobilità;
d) logo dell’Operazione "Liberiamo l’aria".
 
NOVITA’
 
Retroattività degli incentivi per la trasformazione degli "EURO 3"
 
Il progetto del Comune di Bologna "Io guido sempre ecologico – Liberiamo l’aria" prevede, per le persone fisiche residenti nel Comune di Bologna e persone giuridiche con sede nel Comune di Bologna (escluso il c/terzi), la possibilità di richiedere ad Ecogas il contributo di 400 euro per i soli veicoli EURO 3 con impianto a GPL o a metano collaudati dal giorno 18 ottobre 2005 fino al giorno 7 novembre 2006, che non abbiano ricevuto altri finanziamenti.
 
I cittadini che presentano la richiesta del contributo al Consorzio Ecogas saranno direttamente liquidati attraverso bonifico bancario; per il costo bancario e amministrativo di gestione sul bonifico apparirà la detrazione di 10 € dal totale del contributo.
 
MODALITA’ DI RECUPERO DEGLI INCENTIVI:
I soggetti possono fare richiesta di rimborso del contributo inviando la documentazione a:
CONSORZIO ECOGAS – INCENTIVI BOLOGNA
VIA RODOLFO LANCIANI, 69 – 00162 ROMA
La richiesta a mezzo raccomandata deve essere ricevuta da Consorzio Ecogas entro il termine perentorio del 7 dicembre 2006.
 
DOCUMENTI PER LA RICHIESTA DI RIMBORSO IN DUPLICE COPIA
1. fotocopia della Carta di circolazione (leggibile in ogni sua parte, e comprensivo di collaudo della motorizzazione)
2. fotocopia firmata in originale della Carta d’Identità
3. fotocopia della fattura o ricevuta fiscale (qualora l’utente non ne fosse più in possesso, potrà chiedere copia all’installatore)
4. autocertificazione persone fisiche o giuridiche con allegata copia del documento d’identità
5. modulo contenente le coordinate bancarie del beneficiario
 
 
I Moduli per richiedere il rimborso sono disponibili presso gli Uffici Territoriali di Confartigianato Bologna.
 
 
Incentivi per il NUOVO e per la trasformazione di veicoli con MENO DI TRE ANNI
 
IMPORTANTE:
dal 13 maggio 2006 per il raggiungimento del 100% del fondo impegnato e per il completamento della lista d’attesa, le PRENOTAZIONI SONO SOSPESE
 
Soggetti destinatari del contributo:
 
  • per veicoli di nuovo acquisto:
persone fisiche e le persone giuridiche (*) che acquistano in Italia (anche in locazione finanziaria) un autoveicolo nuovo di fabbrica omologato anche o esclusivamente GPL o metano.
 
  • per trasformazione veicoli:
persone fisiche e le persone giuridiche (*) che fanno installare, entro tre anni successivi alla data di prima immatricolazione, un impianto di alimentazione a GPL o metano su un autoveicolo di proprietà.
(*) Le persone giuridiche sono soggette ad alcuni limiti:
Sono escluse dal contributo le imprese esercenti attività di trasporto merci in conto terzi.
Per avere diritto al contributo, non possono eccedere i 100.000 euro totali di aiuti pubblici negli ultimi tre anni (regime di "de minimis"- regolamento (CE) n. 69/2001 della Commissione del 12 gennaio 2001 )
 
Entità dell’incentivo:
 
  • 1500 euro per i veicoli di nuovo acquisto
  • 650 euro per installazione, entro tre anni successivi alla data di prima immatricolazione, un impianto di alimentazione a GPL o metano
 
Come avere l’incentivo:
 
Gli incentivi vengono erogati sotto forma di sconto: per l’acquisto di un autoveicolo nuovo lo sconto viene applicato direttamente dal concessionario; per la trasformazione lo sconto viene effettuato presso le officine che aderiscono alla iniziativa.
 
Per quali veicoli può essere richiesto:
 
I veicoli che possono accedere a contributo sono quelli contraddistinti dai seguenti codici internazionali (lettera J della carta di circolazione) rispettivamente per le persone fisiche e per le persone giuridiche:
  • categoria M1: veicoli destinati al trasporto di persone, aventi al massimo otto posti a sedere oltre al sedile del conducente (per le persone fisiche)
  • categoria N1: veicoli destinati al trasporto merci, aventi massa massima non superiore a 3,5 t. (per le persone giuridiche)
 
Fondi esauriti. Progetto in attesa di rifinanziamento ministeriale (nel 2007)
 

Per maggiori informazioni potete rivolgervi al vostro Ufficio Confartigianato di riferimento.
 
Vai alla pagina dell`Assistenza