torna alle news
1 gennaio 1970

INCENTIVI ALLA PREVENZIONE

Diventano finalmente operativi i finanziamenti INAIL destinati a promuovere programmi di adeguamento delle strutture e dell’organizzazione in materia di sicurezza del lavoro nelle piccole e medie imprese.
È stato pubblicato, infatti, sulla G.U. del 14 Maggio 2004 il comunicato relativo all’emanazione del bando per la presentazione delle domande di finanziamento delle P.M.I. e dei settori agricolo e artigianale (D. Lgs. 38/2000, art. 23, lett. a).
I fondi destinati alla Regione Emilia Romagna ammontano a € 7.933.316.

Le domande potranno essere presentate dal 29 giugno al 28 luglio 2004.

I programmi di finanziamento interessano i seguenti assi di intervento:

Asse 1) Eliminazione macchine prive di marcatura CE e loro sostituzione con macchine marcate CE, comprese le macchine per il sollevamento e la movimentazione dei carichi;

Asse 2) Acquisto, installazione, ristrutturazione e/o modifica di impianti apparecchi e dispositivi per l’incremento del livello di sicurezza conto gli infortuni, la riduzione dell’esposizione dei lavoratori ed agenti chimici, fisici e biologici, l’eliminazione o la riduzione dell’impiego di sostanze pericolose dal ciclo produttivo;
Asse 3) Installazione di dispositivi di monitoraggio dello stato dell’ambiente di lavoro al fine di controllare l’esposizione dei lavoratori ad agenti chimici, fisici e biologici;
Asse 4) ristrutturazione e/o modifica strutturale degli ambienti di lavoro;

Asse 5) Implementazione dei Sistemi di gestione della Sicurezza.

Andremo ora a presentare le parti salienti del bando stesso, terminando poi con alcuni consigli e suggerimenti, ed informazioni aggiuntive

SOGGETTI INTERESSATI: PMI, settore agricolo ed artigianale.

TIPOLOGIA DI FINANZIAMENTO: CONTO INTERESSI

Il finanziamento in conto interessi si realizza mediante l’apertura di una linea di credito da parte degli Istituti di Credito convenzionati con l’Inail ed indicati nel riquadro sottostante.
Il finanziamento potrà essere richiesto entro un limite minimo di euro 10.329,14 e massimo di 154.937,07. Per l’asse 5 non vi è limite inferiore di spesa.
L’intervento dell’Inail, se il progetto viene approvato, sarà di totale abbattimento degli interessi applicati dalla banca convenzionata sul finanziamento erogato. Tale finanziamento sarà dunque fruibile per l’impresa all’atto della presentazione delle fatture relative ai costi sostenuti presso l’istituto di credito designato. A tal proposito saranno considerate ammissibili al finanziamento, solo a seguito approvazione della domanda da parte del CdA dell’Inail, le spese realizzate dalle imprese dopo la presentazione delle domande.

COSTI AMMISSIBILI
– Costi diretti per acquisto (macchinari, impianti), installazione, modifica e ristrutturazione (locali)
– Costi di progettazione per un limite massimo del 10% dell’intero finanziamento richiesto (per l’asse 1 non sono previste spese di progettazione);
– Costo delle opere edili necessarie alla ristrutturazione ambientale;
per il solo asse 5 costo del personale interno all’azienda fino ad un max. di 51.646,00 €

TIPOLOGIA DI FINANZIAMENTO : CONTO CAPITALE

Il finanziamento in conto capitale (o a fondo perduto) è previsto solo per quei progetti di adeguamento che sono già stati ammessi al finanziamento in conto interessi e per i quali l’Inail ravvede caratteristiche di eccellenza, qualità ed esportabilità ad altra analoghe realtà aziendali.

Il finanziamento in conto capitale è pari al 30% del costo del programma per gli assi di finanziamento 1,2,3,4 mentre può raggiungere il 60% per l’asse di finanziamento 5.

Confartigianato Bologna ha stipulato appositamente una convenzione con una struttura di liberi professionisti che curerà particolarmente tutti gli aspetti della presentazione delle domande, e che rimane a disposizione dei propri associati e delle imprese interessate per ulteriori informazioni , rivolgendosi al servizio ambiente e sicurezza e/o al servizio credito .

Per informazioni: Servizio Credito e Finanziamenti – Via Papini, 18 Bologna
Telefono 051/4172311: Luciano Moda, Lucia Gandini, Stefano Sozzi, Daniele Rampino