torna alle news
13 agosto 2003

I pneumatici ricostruibili non sono più rifiuti

Sulla Gazzetta Ufficiale numero 14 del 18/1/2003 è stato pubblicato il decreto 9 gennaio 2003 contenente l’esclusione dei pneumatici ricostruibili dall’elenco di rifiuti non pericolosi.

Come ricorderete la legge 31 luglio 2002, n. 179 aveva sostituito nell’Allegato A al decreto leg.vo n. 22/97 (Decreto Ronchi) il codice “160103 pneumatici usati” con “160103 pneumatici fuori uso” e aveva previsto come conseguenza di ciò la modifica del decreto ministeriale 5 febbraio 1998 avvenuta ora con il decreto in oggetto che prevede la soppressione della voce 10.3 (pneumatici ricostruibili).

Nell’elenco rifiuti, quindi, compare ora solo il pneumatico caratterizzato dal “fuori uso” avendo escluso il pneumatico usato destinato ad essere ricostruito che quindi non viene più considerato rifiuto.

La sua ricostruzione è, di conseguenza, più facile poiché non essendo più incluso nell’elenco dei rifiuti non pericolosi e nel decreto ministeriale 5 febbraio 1998 non è più assoggettato ai vincoli burocratici previsti dalle procedure semplificate.

Il pneumatico usato e fuori uso continua ad essere assoggettato alla normativa dei rifuti, sia che venga destinato al recupero (ad esempio macinatura per recuperare il ferro e la gomma), che venga destinato a smaltimento.