torna alle news
25 novembre 2007

Finanziaria 2008

Il Senato ha licenziato il testo della Finanziaria 2008 che passa, al momento della pubblicazione del presente, al vaglio di Montecitorio.
In sede di discussione parlamentare sono state introdotte una serie di modifiche, sollecitate dalla Confartigianato, tra le quali si segnalano:

  • ESENZIONE IMPOSTA SUCCESSIONE PER IL CONIUGE
    Viene estesa al coniuge l’esclusione dall’imposta di successione sui trasferimenti di aziende o rami di esse attualmente prevista solo in favore dei discendenti;
  • TRATTAMENTO INTERESSI PASSIVI PER DITTE INDIVIDUALI E SOCIETA’ DI PERSONE
    La relazione illustrativa al provvedimento afferma che la nuova disciplina sulla deducibilità degli interessi passivi si applica solo ai soggetti ires. E’ stato quindi soppresso il riferimento alla stessa contenuto nell’art. 66 del tuir che regola la determinazione del reddito d’impresa per i soggetti irpef in contabilità semplificata;
  • DITTE INDIVIDUALI E SOCIETA’ DI PERSONE TRATTAMENTO AMMORTAMENTI ANTICIPATI Viene riconosciuta unicamente a ditte individuali e società di persone la possibilità di continuare a dedurre gli ammortamenti anticipati limitatamente, però, ai beni strumentali entrati in funzione entro il 31 dicembre 2007;
  • ESTROMISSIONE DEGLI IMMOBILI STRUMENTALI DAL PATRIMONIO DELL’IMPRENDITORE INDIVIDUALE
    Introdotta la possibilità per gli imprenditori individuali di estromettere gli immobili strumentali utilizzati alla data del 30 novembre 2007 mediante pagamento, entro il 30 aprile 2008, di una imposta sostitutiva del 10 per cento.
  • NEUTRALITA’ FISCALE NEI CONFERIMENTI A FAVORE DI SOCIETA’ DI PERSONE
    Viene ripristinata la possibilità di effettuare conferimenti in neutralità d’imposta anche nel caso in cui il beneficiario sia una società di persone.
  • RIVALUTAZIONE TERRENI EDIFICABILI E PARTECIPAZIONI NON NEGOZIATE
    Riapertura termini per la rivalutazione delle partecipazioni non negoziate e terreni edificabili posseduti al 1° gennaio 2008.
  • STUDI DI SETTORE
    Viene riconfermato quanto già disposto dal D.L. n. 81 del 2007 in merito al fatto che l’onere di dimostrare i maggiori ricavi o compensi derivanti dall’applicazione degli indicatori di normalità economica è a carico dell’Agenzia delle entrate. In ogni caso i contribuenti con ricavi o compensi inferiori agli indicatori non sono soggetti ad accertamenti automatici.

Per informazioni:
fiscale@confartigianatobologna.it

Tutte le notizie a proposito di Fisco

Vai a Amministrazione e Fisco