torna alle news
18 febbraio 2008

Finanziaria 2008, disposizioni varie

La legge finanziaria del 2008, pubblicata in G.U. il 28.12.2007 è composta da tre articoli ed è entrata in vigore il 1 gennaio 2008. Confartigianato propone un primo esame delle principali novità di interesse fiscale contenute nell’articolo 1.

Credito d’imposta per prevenzione atti illeciti

A favore delle piccole medie imprese commerciali di vendita al dettaglio e all’ingrosso e a quelle di somministrazione di alimenti e bevande è riconosciuto un credito d’imposta, pari all’80% del costo sostenuto nel 2008, 2009 e 2010 e fino all’importo massimo di € 3.000, per l’adozione di misure finalizzate a prevenire il rischio di atti illeciti da parte di terzi, compresa l’installazione di apparecchi di videosorveglianza.Le modalità attuative saranno stabilite con un apposito Decreto ministeriale

Credito d’imposta per rivenditori generi di monopolio

Agli esercenti attività di rivendita di generi di monopolio, per il 2008, 2009 e 2010 è riconosciuto un credito d’imposta pari all’80% delle spese sostenute per l’acquisizione e l’installazione di impianti e attrezzature di sicurezza e per favorire la diffusione di strumenti di pagamento con moneta elettronica al fine di prevenire atti illeciti a loro danno, fino ad un massimo di € 1.000 per ciascun periodo d’imposta. Le modalità attuative saranno stabilite con un apposito Decreto ministeriale.

Gruppi di acquisto solidale

Le attività svolte dai "gruppi di acquisto solidale", ossia dalle associazioni non lucrative costituite allo scopo di acquistare e distribuire beni agli aderenti, senza alcun ricarico, con finalità etiche, di solidarietà sociale e di sostenibilità ambientale non sono considerate commerciali né ai fini IVA (nel rispetto di determinate condizioni) né ai fini delle imposte dirette.

Contributo per il recupero di immobili in centri storici

I titolari di immobili situati nel centro storico di Comuni con meno di 100.000 abitanti possono stipulare con le banche convenzionate con il Ministero dell’Economia e delle Finanze mutui ventennali fino ad € 300.000 per il restauro e ripristino funzionale degli stessi, ponendo il totale costo degli interessi a carico dello Stato. Un apposito Decreto definirà le modalità ed i criteri per l’erogazione di tale contributo.

Destinazione del 5‰ Irpef – (art. 3, commi da 5 a 11)

È prevista anche per il 2008 la possibilità, del contribuente, di destinare il 5‰ dell’IRPEF a favore di:
1) ONLUS ex art. 10, D.Lgs. n. 460/97, associazioni di promozione sociale iscritte nei registri nazionale, regionali e provinciali ex art. 7, Legge n. 383/2000 e associazioni riconosciute che operano nei settori di cui all’art. 10, comma 1, lett. a), D.Lgs. n. 460/97;
2) enti della ricerca scientifica e dell’Università;
3) enti della ricerca sanitaria.

Per informazioni:
fiscale@confartigianatobologna.it

Tutte le notizie a proposito di Fisco

Vai a Amministrazione e Fisco