torna alle news
1 gennaio 1970

EUROLOGO

Euro-logo è il marchio, istituito dalla Commissione Europea, che identifica gli esercizi preparati all’introduzione dell’Euro, rendendo l’esercizio riconoscibile a tutti i consumatori. La campagna Euro-logo è stata promossa attraverso spot sulle emittenti radio e TV, la distribuzione di opuscoli ai cittadini e l’invio di informazioni allegate agli estratto-conto bancari.
Chi ha aderito ha ricevuto il marchio da esporre in vetrina e le regole di cambio, inoltre è stato inserito nell’elenco degli esercizi che espongono l’Euro-logo pubblicizzato sulle pagine dei quotidiani.
Ha potuto ottenere il marchio Euro-logo ogni impresa che avesse un esercizio aperto al pubblico (ad esempio: negozi, officine, lavanderie, bar, parrucchieri, estetiste…). Chi ha esposto il marchio Euro-logo si è impegnato ad applicare correttamente le regole di conversione tra Lira ed Euro e ad indicare alcuni dei prezzi in Euro;
inoltre, ha avuto la possibilità di scegliere se accettare anche pagamenti in Euro.
Numerose imprese hanno risposto positivamente all’invito ad aderire rivolto dalla Confartigianato di Bologna, ritenendo questa iniziativa utile a non farsi cogliere impreparati dall’introduzione dell’Euro. Infatti, dal 2002 l’Euro sostituirà anche fisicamente la Lira e già oggi l’Euro può essere utilizzato per indicare i prezzi in doppia valuta e per i pagamenti effettuati tramite assegni, Pago-Bancomat o Carta di Credito.