torna alle news
25 maggio 2012

EMERGENZA TERREMOTO

Il D.L. 74 del 06 giugno 2012, obbliga tutte le imprese e i datori di lavoro con sede aziendale e/o stabilimenti nell’area oggetto dei terremoti del 20 e 29 maggio 2012, a presentare al proprio Comune un “Certificato di Agibilità Provvisorio” redatto da un professionista abilitato che attesti la presenza dei requisiti minimi delle strutture orizzontali, verticali e di sicurezza dell’immobile (D.L. 74/2012 articolo 3 comma 8).

CLICCA QUI PER SCARICARE L’ELENCO DEI COMUNI INTERESSATI

Diversamente è il datore di lavoro stesso ad assumersi le responsabilità civili e soprattutto penali derivanti dall’ingresso dei lavoratori e di eventuali persone esterne (clienti, rappresentanti, ecc…) all’interno degli immobili.
Entro 6 mesi dal Certificato Provvisorio, inoltre, si dovrà predisporre il Certificato Definitivo, che a seguito dei ricalcoli strutturali completi dell’immobile a cura di professionista abilitato, dovrà attestare almeno il 60% del rispetto delle prescrizioni previste nella Normativa Antisismica in vigore e, nel caso in cui si rendessero necessari interventi strutturali sull’immobile, sono concessi 18 mesi per le ristrutturazioni.
Per il sostegno alle imprese sono stati stanziati contributi a fondo perduto per le opere di adeguamento e/o ricostruzione, ai quali l’imprenditore può accedere attraverso apposita domanda.

Confartigianato Imprese Bologna ha messo a disposizione una squadra di ingegneri che possono affiancare l’imprenditore nella redazione del Certificato di Agibilità Provvisorio ed assisterlo fino all’ottenimento del Certificato di Agibilità Definitivo e l’ufficio Credito per l’accesso ai fondi stanziati.
Per ulteriori informazioni vi invitiamo a contattare il vostro ufficio Confartigianato di riferimento.

Staff Divisione Associativa
Confartigianato Bologna