torna alle news
22 maggio 2007

Detrazioni, corrispettivi, spese telefoniche

ADEMPIMENTI PER LE NUOVE DETRAZIONI 2007 PREVISTE IN FINANZIARIA
 
Spese per iscrizioni annuali palestre, piscine ed altri impianti, di minori tra i 5 e i 18 anni: la spesa va certificata mediante bollettino bancario o postale, fattura, ricevuta o quietanza di pagamento, con l’indicazione della ditta o se persona fisica dati anagrafici, residenza e codice fiscale. E’ inoltre necessario riportare la causale di pagamento, l’attività sportiva esercitata ed i dati anagrafici del praticante (Comunicato Stampa Agenzia delle Entrate del 14 maggio 2007).
 
Canoni di locazione l. 431/1998 per studenti universitari fuorisede: Al fine di potere usufruire della detrazione devono verificarsi due condizioni:
 
(1) l’Università deve essere ubicata in un comune distante da quello di residenza dello studente almeno 100 km;
 
(2) il comune di residenza dello studente in ogni caso deve appartenere ad una provincia diversa da quella in cui è situata l’università (Circolare Agenzia Entrate 11/E 2007)
 
Spese per badanti: E’ stata prevista una detrazione, per le spese sostenute per gli addetti all’assistenza personale nei casi di non autosufficienza nel compimento degli atti della vita quotidiana. La spesa massima detraibile è di 2.100 euro e a condizione che il reddito complessivo non superi l’importo di 40.000 euro.
 
Spese con detrazione del 20%: Le seguenti spese devono essere documentate tramite una fattura ovvero uno scontrino fiscale recante i dati identificativi dell’acquirente emessi nel 2007, a prescindere dalle modalità di pagamento per:
 
   la sostituzione di frigoriferi, congelatori e loro combinazioni con analoghi apparecchi di classe energetica non inferiore ad A+: la detrazione è fruibile a condizione che si renda necessaria, oltre al documento d’acquisto, una ulteriore documentazione da cui si possa evincere l’avvenuta sostituzione dell’elettrodomestico (autodichiarazione da conservare ed esibire in caso di richiesta dalla quale risulti la tipologia dell’apparecchio sostituito e le modalità utilizzate per la dismissione con indicazione dell’impresa o dell’ente cui è stato conferito l’apparecchio o che abbia provveduto al ritiro o allo smaltimento dello stesso) (Circolare 24/E del 2007)
   l’acquisto di un apparecchio televisivo dotato anche di sintonizzatore digitale integrato, da parte dei contribuenti che dimostrino di essere in regola, per l’anno 2007, con il pagamento del canone di abbonamento RAI.
   l’acquisto e l’installazione di motori ad elevata efficienza di potenza elettrica, compresa tra 5 e 90 kW, nonché per la sostituzione di motori esistenti con motori ad elevata efficienza di potenza elettrica, compresa tra 5 e 90 kW;
   l’acquisto e l’installazione di variatori di velocità (inverter) su impianti con potenza elettrica compresa tra 7,5 e 90 kW.
 
 
INVIO TELEMATICO DEI CORRISPETTIVI
 
(Comunicato stampa dell’Agenzia delle entrate del 30 aprile 2007)
 
La trasmissione telematica dei corrispettivi riguarderà solamente le operazioni effettuate a decorrere dal 1° luglio 2007. 
 
La prima trasmissione telematica dei dati dovrà avvenire entro i seguenti termini:
 
   25 settembre 2007 – settore della grande distribuzione;
    25 ottobre 2007 – altri soggetti che hanno dichiarato per il 2006 un ammontare di corrispettivi superiore a 6 milioni di euro;
    25 novembre 2007 – altri soggetti che hanno dichiarato per il 2006 un ammontare di corrispettivi compresi tra 600 mila euro e 6 milioni di euro;
    25 marzo 2008 – per i soggetti che nell’anno 2006 hanno dichiarato un ammontare di corrispettivi inferiore a 600 mila euro, a prescindere dalla periodicità della liquidazione dell’Iva;
    25 marzo 2008 – per i soggetti che iniziano l’attività nel 2007.
 
Per quanto riguarda i dati da inviare a regime dovranno essere rispettate le seguenti scadenze, distinte a seconda della periodicità di liquidazione dell’imposta sul valore aggiunto:
 
    entro il 25 del mese successivo a quello cui si riferiscono i dati da trasmettere, per i soggetti che liquidano l’imposta sul valore aggiunto con cadenza mensile;
    entro il 25 del secondo mese successivo ai primi tre trimestri solari per chi liquida l’imposta sul valore aggiunto con cadenza trimestrale.
 
 
SPESE TELEFONICHE DEDUCIBILI AL 80% DAL 2007
Dal 2007 le spese telefoniche sono deducibili all’80% dal reddito d’impresa o professionale sia per la telefonia fissa che quella mobile. La Risoluzione n.104/E del 17 maggio ha chiarito che rientrano nell’ambito applicativo della norma oltre ai costi dei servizi telefonici, anche i costi (tra cui gli ammortamenti, canoni di locazione anche finanziaria e di noleggio) relativi ai beni utilizzati per la connessione telefonica quindi le spese sostenute per l’acquisto del modem ovvero del router ADSL ed eventualmente l’acquisto del software specifico. Restano esclusi dalla nuova limitazione i costi relativi al personal computer.

Per informazioni:

fiscale@confartigianatobologna.it

Tutte le notizie a proposito di Fisco

Vai a Amministrazione e Fisco