torna alle news
10 aprile 2007

Contributi per i mercati esteri

La Camera di Commercio di Bologna ha adottato un nuovo Regolamento per la concessione di contributi per incentivare i processi di internazionalizzazione delle imprese della Provincia e la realizzazione di progetti di penetrazione commerciale e affermazione sui mercati esteri.
Beneficiari dei contributi a fondo perduto saranno le PMI (esclusi i settori dell’au­totrasporto e della produzione primaria nel settore agricolo) che dovranno pre­sentare le domande di ammissione entro il 31 maggio di ogni anno e dovranno riguardare spese sostenute a partire dal primo giugno dell’anno precedente, uni­tamente ad una relazione sulle azioni realizzate e alle fatture delle relativespese. Per accedere al contributo l’im­presa dovrà aver sostenuto costi ammis­sibili per almeno 6.000,00 E. Il contributo versato sarà pari al 50% di tali spese,fino ad un importo massimo di 5.000,00 Euro e fino all’esaurimento del fondo disponibile per l’anno di competenza.Le azioni che il Regolamento intende finanziare sono:
1) realizzazione di materiale promozionale bilingue o in lingua straniera;
2) protezione del marchio internazionale e/o comunitario;
3) certificazioni tecniche di prodotto valide per l’estero;
4) partecipazione a fiere (escluse le partecipazioni in qualità di espositore, che ricordiamo vengono finanziate da altro regolamento camerale) dal costo minimo di 1.000,00 Euro;
5) realizzazione di ricerche di mercato e analisi Swot (Analisi Punti di Forza e di Debolezza); dei contributi a fondo perduto saranno le PMI (esclusi i settori dell’autotrasporto e della produzione primaria nel settore agricolo) che dovranno presentare le domande di ammissione entro il 31 maggio di ogni anno e dovranno riguardare spese sostenute a partire dal primo giugno dell’anno precedente, unitamente ad una relazione sulle azioni realizzate e alle fatture delle relative spese. Per accedere al contributo l’impresa dovrà aver sostenuto costi ammissibili per almeno 6.000,00 €. Il contributo versato sarà pari al 50% di tali spese, fino ad un importo massimo di 5.000,00 Euro e fino all’esaurimento del fondo disponibile per l’anno di competenza.
6) pubblicità su media esteri;
7) realizzazione di eventi promozionali all’estero.

Il programma di internazionalizzazione per essere finanziato dovrà comprendere almeno tre delle suddette azioni, a condizione che riguardino lo stesso Paese estero o due Paesi confinanti. Le azioni finanziabili potranno essere limitate a due se il richiedente dimostra di aver partecipato quale espositore ad una fiera nel Paese/Paesi oggetto del programma di internazionalizzazione, nello stesso periodo di svolgimento dello stesso. Sono inoltre ritenute ammissibili le spese di consulenza per attività di coordinamento con contratti a progetto o l’utilizzo di Temporary Management.

Per informazioni:
Ilaria Bellini: i.bellini@confartigianatobologna.it

Il nostro sito dedicato ai mercati esteri:
www.exportarti.it