torna alle news
1 gennaio 1970

CONTRATTO DI INSERIMENTO

Confartigianato ha aderito all’accordo interconfederale in materia di contratti di inserimento sottoscritto l’11 febbraio 2004.
Si tratta di un accordo delegato dal Legislatore alle parti sociali e necessario per la concreta attuazione di questa nuovo istituto contrattuale.
Grazie al contratto di inserimento, in parte sostitutivo dei precedenti contratti di formazione e lavoro, sarà possibile assumere alcune categorie di lavoratori:

– soggetti di età compresa tra 18 e 29 anni,
– disoccupati da più di 12 mesi nei 16 mesi precedenti,
– lavoratori con più di 50 anni privi di lavoro
– lavoratori che desiderano riprendere l’attività lavorativa e non abbiano lavorato da almeno 2 anni
– donne residenti in aree con percentuale di occupazione inferiore almeno del 20% di quello maschile o in cui il tasso di disoccupazione superi del 10% quello maschile
– persone affette da grave handicap fisico, psichico o mentale

Per un periodo variabile da 9 a 18 mesi, elevabili a 36 in alcuni casi, beneficiando di agevolazioni normative consistenti essenzialmente nella possibilità di un inquadramento inferiore per non più di due livelli rispetto a quello che spetterebbe loro in base all’esperienza lavorativa ed alle mansioni svolte.
Per alcune categorie di lavoratori il beneficio sarà anche di natura contributiva.
A fronte di ciò il datore di lavoro è tenuto a garantire l’adeguamento delle competenze professionali del lavoratore al contesto lavorativo valorizzandone le professionalità già acquisite, attraverso un percorso formativo di natura didattica e lavorativa.

Per informazioni: Ufficio Paghe – Via Papini, 18 Bologna
Telefono 051/4172311: Katia Monti.