torna alle news
7 giugno 2011

Confartigianato: La Nostra Storia

Sessanta scatti fotografici. Trenta associati immortalati mentre svolgono le loro attività lavorative. Imprese edili, parrucchieri, elettrauto, bar, centri estetici, autotrasportatori… ognuno con la propria storia, ognuno con i propri obiettivi, ognuno con la propria passione nel lavoro, ma tutti accomunati dall’essere Artigiani.

A loro, ai nostri Artigiani, è stato pensato e dedicato l’evento conclusivo della Stagione Precongressuale “Confartigianato La Nostra Storia”, che si è svolto Lunedì 6 Giugno presso la sede Provinciale di Confartigianato Bologna.

In occasione dell’inaugurazione della mostra fotografica “Orgogliosi di essere Confartigianato”, che rimarrà allestita fino al 14 Giugno, abbiamo ripercorso quelle che sono le tappe della storia di Confartigianato e le attività lavorative che la compongono, per riscoprire assieme, le origini e il valore dell’associazionismo.

“Rischiamo di chiamarci Associazione degli Artigiani, dimenticandoci di coloro che sono i veri protagonisti, ovvero le piccole medie imprese che hanno fatto la storia e il tessuto della nostra città. Per questo abbiamo voluto tenere come filo conduttore in tutti gli eventi precongressuali la figura dell’artigiano. Era quindi necessario se non proprio doveroso, fissare un appuntamento per riflettere sulla nostra identità, perché è da lì che bisogna costruire il futuro, abbandonando quella autoreferenzialità che ancora oggi contraddistingue altre, troppe associazioni.
La sfida sarà quella di riprendere la dimensione associativa ancora prima della dimensione sindacale, dobbiamo portare avanti le istanze degli imprenditori, sono loro che danno vita all’associazione!”

Queste sono state le parole d’apertura della serata del Segretario Stefano Serini e ribadite dal Presidente Gianluca Muratori.

Ecco che per sottolineare l’importanza della figura dell’Artigiano, come in ogni evento, il Presidente Muratori ha assegnato il Premio “Orgoglioso di essere Confartigianato” alle tre aziende associate da più tempo. Le tre Imprese sono state Tappezzeria Antolini, Impresa Mazza Vittorio di Mazza Gianluca e Paolo S.n.c e l’impresa del signor Testoni Carlo.

La serata è proseguita con le memorie storiche del Segretario Regionale Gianfranco Ragonesi; attraverso la sua testimonianza abbiamo ricordato la storia della nostra Associazione, per capire, partendo dalle origini, quali saranno gli scenari futuri e le strategie da adottare per l’Associazione.

“Parlerò della storia di Confartigianato attraverso la mia esperienza personale.
Per far parte di un’associazione come Confartigianato bisogna conoscerne un po’ la storia, quali sono state le difficoltà, le soddisfazioni e qual’è stato il filo logico che ha caratterizzato Confartigianato negli anni!
Noi abbiamo un distintivo unico che è l’artigianato, noi siamo un’organizzazione che fin dalla nascita si è posta il problema della “rappresentanza” non solo degli interessi ma anche dei valori dell’artigianato. Si sbaglierebbe se pensassimo che questa è un’organizzazione che tutela solo certi interessi… La Confartigianato fonda la sua natura sulla rappresentanza dei Valori dell’Artigianato, sulla Cultura e la Tradizione del Nostro Paese! É infatti l’artigianato che ha contribuito all’affermazione e all’attrattività del “Bel Paese”; ancora oggi infatti non sono gli artigiani ad aver bisogno dell’Italia, ma l’Italia ad aver bisogno degli Artigiani.”