torna alle news
6 marzo 2015

CONFARTIGIANATO: GLI IMPEGNI ANTI-BUROCRAZIA NON RIMANGANO SULLA CARTA

“Apprezziamo gli impegni espressi dal Ministro Marianna Madia per semplificare la mole di burocrazia che pesa sugli imprenditori. Confidiamo che da oggi si volti pagina e che le semplificazioni non rimangano sulla carta. Così non dovremo più aspettare 3 anni per vedere gli effetti concreti di leggi che dovrebbero snellire gli adempimenti a carico delle imprese”.

E’ il commento del Presidente Mario Pozza, Delegato di Confartigianato alla Semplificazione, al termine di un incontro svoltosi oggi con il Ministro per la Pubblica amministrazione Marianna Madia sull’Agenda per la semplificazione 2015-2017.

Pozza giudica positivamente le misure contenute nell’Agenda e annuncia che Confartigianato  vigilerà sulla loro rigorosa attuazione in base allo stringente cronoprogramma indicato dal Ministro.

Le tappe di lavoro previste dal Ministro – sottolinea Pozza – consentiranno di recuperare i ritardi nell’attuazione di semplificazioni da tempo attese dagli imprenditori, come il funzionamento dei SUAP, gli Sportelli Unici per le Attività Produttive nei Comuni italiani. I più recenti monitoraggi segnalano che meno del 15% dei SUAP comunali consente lo svolgimento di una pratica in forma completamente telematica. Quanto al pagamento on line di diritti e oneri è consentito soltanto dal 3% dei SUAP.

Un altro tema sul quale Pozza ha ottenuto precisi impegni dal Ministro Madia riguarda la ‘mappatura’ dei numerosi controlli a carico delle imprese al fine di semplificarli e coordinarli, applicando anche un criterio di proporzionalità tra piccole e grandi imprese.

Il rappresentante di Confartigianato ha infine ribadito la necessità di coinvolgimento, da parte del Ministero della Pubblica Amministrazione, delle Associazioni rappresentative delle imprese nell’attuazione degli impegni previsti dall’Agenda di Semplificazione.