torna alle news
23 agosto 2015

CONFARTIGIANATO: CAUTO OTTIMISMO SUGLI EMENDAMENTI RC AUTO APPROVATI

L’azione di Confartigianato, insieme alle altre principali sigle nazionali dell’Artigianato, ha dato i primi frutti: nella seduta di giovedì 30 luglio le Commissioni VI e X della camera dei Deputati, in sede congiunta, hanno approvato alcuni emendamenti all’articolo 3 del “Ddl Concorrenza”, recependo le istanze sostenute con forza dalle sedi Confartigianato provinciali, regionali e nazionali.
Le principali modifiche apportate in Commissione accolgono le istanze di Confartigianato e salvaguardando il principio della libertà di scelta del proprio autoriparatore di fiducia, senza limitare l’importante diritto della cessione del credito e senza imporre il risarcimento in forma specifica in favore delle carrozzerie convenzionate con le Compagnie.
E’ prevista inoltre la facoltà, per l’assicurato, di ottenere l’integrale risarcimento per la riparazione a regola d’arte del veicolo danneggiato, avvalendosi di imprese di autoriparazione di propria fiducia abilitate ai sensi della legge 5 febbraio 1992, n. 122.
Per garantire le condizioni di sicurezza e funzionalità dei veicoli, le Associazioni nazionali maggiormente rappresentative del settore dell’autoriparazione, l’Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici e le Associazioni dei consumatori iscritte all’elenco di cui all’art. 137 del Codice del consumo dovranno condividere apposite Linee Guida, finalizzate a determinare gli strumenti, le procedure, le soluzioni realizzative e gli ulteriori parametri tecnici per l’effettuazione delle riparazioni a regola d’arte. 

Presidente_carrozzieri_Confartigianato_Bologna_Imola
Luciano Carlotti Presidente carrozzieri Confartigianato di Bologna e di Imola
Non si può ancora parlare di vittoria ma certamente di un primo importante risultato positivo frutto di un lungo lavoro della nostra Associazione“.
Luciano Carlotti, Presidente dei carrozzieri di Confartigianato Imprese di Bologna e di Imola, così si esprime sull’approvazione degli emendamenti .
Il Parlamento ha riconosciuto alle carrozzerie la libertà di poter esercitare la propria attività e agli automobilisti consumatori un diritto di pari importanza sottolinea Carlotti  la possibiltà di scegliere il proprio carrozziere di fiducia per affidargli il veicolo in caso di danno.
Da anni, come Presidente dei carrozzieri di Confartigianato Imprese di Bologna e di Imola, ho creduto e  promosso sul nostro territorio, il dialogo tra imprese del settore ed Associazioni dei consumatori perchè ritengo che – aggiunge il Presidente -,  accanto al diritto per le carrozzerie di poter rimanere indipendenti e sul mercato, ci sia quello di scelta del consumatore dato che l’auto è un bene di sua proprietà.
Sull’auto non si scherza: è quindi importante che l’automobilista possa continuare a scegliere l’impresa a cui affidare il proprio veicolo, solamente così si potrà sentire più tranquillo sulla qualità delle riparazioni e solamente così si continuerà a garantire la giusta concorrenza sul mercato.
Ben venga, quindi, anche quanto stabilito per le linee guide per la riparazione a regola d’arte che verranno definite con un accordo tra le Associazioni nazionali del settore dell’autoriparazione, l’Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici e le Associazioni dei consumatori.
E’ bene ricordare, inoltre, che lungi dai facili entusiami, il percorso parlamentare è ancora lungo ed importante è l’esito conclusivo, per questo motivo è fondamentale che, anche in questa fase, tutti i soggetti coinvolti, carrozzerie, associazioni di categoria e associazioni dei consumatori – conclude Carlotti – che hanno fino ad ora svolto un ottimo lavoro di pressing sulle istituzioni, non abbassino l’attenzione.
Non dimentichiamo che il Ddl concorrenza è il terzo tentativo legislativo che si è avvicendato negli anni rischiando di esporre a pesantissime conseguenze l’utente consumatore e la categoria dell’autoriparazione un settore in cui operano 119.000 imprese, con 240.000 addetti, di queste, 57.224 sono imprese di carrozzeria e di riparazione meccanica che danno lavoro a 159.738 addetti.
Confartigianato, quindi, non abbassa la guardia!“.
Puoi leggere l’intervista al Presidente Carlotti anche sul sito dell’Associazione dei consumatori Adoc Bologna