torna alle news
14 settembre 2015

CONFARTIGIANATO BOLOGNA IMOLA: SICUREZZA? ECCO COSA NE PENSANO GLI ARTIGIANI

Quali sono le problematiche maggiormente percepite in materia di sicurezza? Che interventi auspicano le imprese per disincentivare i fenomeni di microcriminalità in crescita nell’area metropolitana?

Confartigianato Imprese di Bologna e di Imola lo ha chiesto agli artigiani ed imprenditori tramite un questionario on line a cui hanno aderito 144 soggetti,

Ed ecco alcuni dei dati:

Secondo il 78% degli intervistati (praticamente quattro su cinque) la percezione della sicurezza nel territorio metropolitano di Bologna dal 2010 ad oggi è peggiorata, mentre solo il 15,6% la ritiene sostanzialmente immutata. A contribuire a questo declino sono numerosi fattori: in testa i reati di tipo predatorio, come furti (24,6%) e rapine (8%), affiancati dalla presenza di immigrati (9,8%) e campi nomadi (11,2%). Ma a incidere sono anche il degrado urbano (12,9%) e la scarsa presenza delle forze dell’ordine (13,7%).

Emerge che  un terzo del campione di aziende preso in esame, il 32,1%, abbia subito in prima persona un atto di criminalità: di queste, un’impresa su due, il 50,7%, è stata oggetto di furto e una su sei, il 15,7%, di danneggiamenti. Per questo, si chiedono risposte alle forze dell’ordine e dalle istituzioni. E il più in fretta possibile: per il 30,2% polizia e carabinieri devono aumentare la propria presenza e il 18,1% sta pensando di installare servizi di videosorveglianza.

Ultimo capitolo, le istituzioni. Non è trascurabile la percentuale di imprenditori che ha scelto di non denunciare i reati subiti: quasi il 12%. D’altronde, dalla ricerca gli enti locali escono rimandati, anche se non del tutto bocciati: per quasi il 40% degli intervistati, infatti, la pagella è più che sufficiente, mentre il 30,8% dà un giudizio ‘abbastanza positivo’ e solo il 23,1% ‘poco positivo’.

“La sicurezza è ormai la priorità numero uno delle imprese. In molti ci hanno segnalato criticità e problemi e abbiamo cercato una risposta razionale per preparare futuri interventi –  commenta il Segretario Provinciale di Confartigianato Imprese di Bologna e di Imola Giuseppe Cremonesi – questi numeri mettono in luce come la sottovalutazione del problema sicurezza sia del tutto evidente. E invece non possiamo banalizzare questi aspetti: sarebbe irresponsabile – e conclude – questa ricerca, intanto, è un primo lavoro civico a disposizione della città, portato avanti in modo razionale e scientifico».

report1 Scarica cliccando sull’icona a sinistra
la relazione completa sulla PERCEZIONE DELLA SICUREZZA patrocinata da Confartigianato Imprese di Bologna e di Imola.
L’elaborazione e l’analisi dei dati è a cura della Dott. ssa Sofia Reatti e del Dott. Maurizio Tonellotto

Leggi di seguito gli articoli pubblicati sul Resto del Carlino in data 13 settembre 2015 – relativamente alla ricerca di Confartigianato

Articolo Carlino pag. 1

Articolo Carlino pag. 2

Articolo Carlino pag. 3