torna alle news
30 aprile 2015

CONFARTIGIANATO ANTICIPA EXPO

E’ stato Inaugurato oggi ‘Italian Makers Village’, il fuori Expo di Confartigianato. Protagoniste le eccellenze artigiane

Taglio del nastro, oggi a Milano, per Italian Makers Village, il fuori Expo delle eccellenze artigiane realizzato da Confartigianato in via Tortona 32.

In 1800 metri quadrati di “villaggio”, per l’intera durata di Expo 2015, i visitatori incontreranno 800 eccellenze produttive italiane (a rotazione settimanale secondo un calendario tematico) in un’ottica diversa da quella espositiva: intrattenimento e coinvolgimento guideranno un calendario di oltre 1000 appuntamenti.

Saranno sei mesi di eventi, mostre, incontri, workshop e percorsi tematici con protagonista l’eccellenza artigiana nei settori agrifood, moda, design, arte e meccanica.

L’Italian Makers Village, realizzato con il patrocinio di Expo 2015 e del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, nasce con l’obiettivo di promuovere attraverso l’esperienza diretta il valore culturale e sociale dell’artigianato come punto d’incontro tra tradizione e innovazione e come colonna portante del Made in Italy di qualità.

A inaugurare l’iniziativa il Presidente di Confartigianato Giorgio Merletti, il Presidente di Confartigianato for Expo Marco Granelli, il Presidente di Confartigianato Lombardia Eugenio Massetti, il Segretario Generale di Confartigianato Cesare Fumagalli. Accanto a loro, il Ministro delle Politiche Agricole con delega a Expo Maurizio Martina, il Governatore della Lombardia Roberto Maroni, il Vice Sindaco di Milano Ada Lucia De Cesaris.

Expo 2015 – sottolinea il Presidente di Confartigianato Giorgio Merletti –  è una sfida per rilanciare agli occhi del mondo i valori del nostro sistema produttivo, fondato sul sistema delle piccole imprese, e per riaffermare con orgoglio la qualità e lo stile del saper fareitaliano.  I risultati di questo impegno si vedono proprio sui mercati internazionali dove le piccole imprese tengono alta la bandiera del made in Italy: secondo i dati dell’Ufficio studi di Confartigianato, nel 2014 l’export dei settori a maggiore presenza di piccole imprese ammonta a 101 miliardi di euro, in crescita del 3,5% rispetto ai 98 miliardi del 2013″.

Oltre all’intrattenimento e agli eventi di carattere culturale, il Village prevede un calendario di incontri e di attività rivolte alle stesse imprese artigiane: incoming di buyers e delegazioni commerciali estere per facilitare l’internazionalizzazione delle PMI aderenti al sistema Confartigianato. Ogni settimana vedrà proposto un tema declinato attraverso le esposizioni, gli eventi, le iniziative culturali e la ristorazione: dai territori alle start-up, dalle filiere alle singole categorie produttive.

All’interno del villaggio: 27 spazi espositivi nella Rassegna delle Eccellenze, 10 temporary shop nello Store delle Eccellenze, 6 aree esterne per lo street food, una sede polifunzionale per gli eventi e il ristorante. Il Village, come i protagonisti dell’ “artigenialità” italiana che lo animano, si rivolgono ad un pubblico eterogeneo e a tutte le fasce di età. Street food e ristorante restano attivi anche il martedì e il mercoledì, giorni in cui avviene il cambio di allestimento settimanale.

L’iniziativa, contestuale alla partecipazione di Confartigianato all’interno di Padiglione Italia, nasce per raccontare ad un pubblico internazionale i valori del nuovo artigiano, una figura in grado di mantenere salde le radici con tradizioni e territorio e di percepire la necessità di innovare nelle idee, nei processi produttivi e nelle modalità di promozione, utilizzando le tecnologie disponibili sul mercato.

Nel mese di giugno e di settembre, insieme alle altre eccellenze dell’Emilia Romagna, sarano presenti anche le aziende associate a Confartigianato Imprese di Bologna e di Imola.