torna alle news
9 marzo 2011

Comunicazione Annuale Rifiuti MUD 2011

Caro Associato,

dovrà essere presentato entro il 30 aprile 2011 il Modello Unico di Dichiarazione Ambientale MUD 2011 in riferimento ai rifiuti movimentati durante l’anno 2010. Il modello da utilizzare ed i dati da trasmettere restano i medesimi rispetto alla comunicazione inviata nel 2010.

Il MUD va presentato alla Camera di Commercio della Provincia in cui ha sede l’unità locale che produce o gestisce i rifiuti stessi. Per quanto riguarda le imprese che effettuano solo l’attività di trasporto rifiuti oppure l’attività di intermediazione e commercio dei rifiuti senza detenzione, per unità locale s’intende la sede legale dell’azienda oppure la sede presso la quale vengono conservati i registri di carico e scarico.

Rammentiamo alle imprese obbligate all’invio del MUD 2011 di consegnare al proprio Ufficio Confartigianato tutti i Registri di Carico e Scarico dei rifiuti e i Formulari di Smaltimento relativi l’anno 2010 corredati dalla quarta copia in cui viene indicato il peso verificato a destino.

Ricordiamo inoltre che il Decreto 22 Dicembre 2010 recante “Modifiche ed integrazioni al decreto 17 dicembre 2009 "istituzione del sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti” che contiene la proroga del SISTRI e MUD, pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 302 del 28.12.2010, stabilisce che le movimentazioni dei rifiuti che avverranno nel corso del 2011, andranno comunicate con un ulteriore MUD, entro il 31 dicembre 2011.

Cordiali saluti,

Servizio Ambiente & Sicurezza

 

==================================================

I Soggetti Obbligati alla Compilazione ed all’Invio del MUD 2011 sono identificati sulla base del Decreto Legislativo n. 152/2006 “Testo Unico Ambientale”, di seguito elencati:
– produttori di rifiuti pericolosi
– produttori di rifiuti non pericolosi con più di 10 lavoratori
– trasportatori di rifiuti
– commercianti e intermediari di rifiuti senza detenzione
– destinatari di rifiuti che svolge operazioni di recupero e di smaltimento
– imprenditori agricoli produttori di rifiuti pericolosi con un volume d’affari annuo superiore ad euro 8000
– enti e professionisti, organizzati come impresa che erogano prestazioni sanitarie con relativa produzione di rifiuti pericolosi
– altre tipologie di aziende già rientranti nell’obbligo di iscrizione al SISTRI

Diversamente sono Esonerati dall’Obbligo di Invio della Comunicazione:
– produttori di rifiuti non pericolosi che non hanno più di 10 lavoratori
– imprese che raccolgono e trasportano i propri rifiuti non pericolosi
– imprenditori agricoli che producono rifiuti pericolosi con un volume di affari annuo non superiore a euro 8000
– soggetti che conferiscono i propri rifiuti pericolosi al servizio pubblico di raccolta mediante convenzione
– professionisti, non associati in forma d’impresa, che erogano prestazioni sanitarie