torna alle news
20 settembre 2005

Campagna per la tutela del Made in Italy

Attualmente le produzioni Made in Italy sono concentrate su diversi settori tra cui l’ Alimentare, il sistema Moda, Arredo, Meccanica, Plastica e chimica. Le aziende Italiane in questi settori occupano circa 2.760.000 addetti e incidono per 165,9 miliardi di Euro sull’export.

Il sistema Moda è il settore che oggi ha subito maggiori contraccolpi, mentre a fronte di una situazione invariata dell’ Alimentare, si registra una crescita complessiva nella meccanica di produzione. I maggiori ostacoli nell’affrontare i mercati, derivano dalla concorrenza delle produzioni estere di basso prezzo e della delocalizzazione delle produzioni. Altri elementi di difficoltà vengono dalla contraffazione dei prodotti che oggi investono tutto il settore Moda, dagli occhiali alle calzature, includendo le produzioni orafe. Purtroppo i fenomeni di contraffazione oggi investono anche settori specializzati impensabili come l’alimentare e il farmaceutico. Gran parte delle contraffazioni passano attraverso le importazioni, anche se alcune produzioni avvengono illecitamente sul territorio nazionale, in entrambi i casi con gravi problemi di concorrenza sleale nei confronti delle Piccole Medie Imprese che operano nel rispetto delle regole.

Confartigianato ritiene che oltre a maggiori controlli sulla contraffazione, occorre incentivare i consumi del Made in Italy attraverso alcune scelte fondamentali:

  • Istituzione di un marchio “DOC 100% in Italy” per distinguere i prodotti interamente realizzati in Italia.
  • Obbligatorietà di etichettatura dei prodotti extra Comunità Europea 
  • Carta d’Identità dei prodotti finiti Made in Italy 
  • Tutela dei marchi collettivi per la certificazione della qualità delle produzioni territoriali.

Occorre sensibilizzare i consumatori attraverso una corretta informazione, affinché scelgano i prodotti che danno garanzie certificate sulla loro provenienza, sulla qualità, e sulla legalità. Soltanto attraverso questa alleanza tra consumatori e produttori, si possono tutelare i prodotti nazionali.

La Confartigianato Federimprese di Bologna aderisce alla campagna nazionale diffondendo materiale illustrativo di orientamento al consumo e sui vantaggi degli acquisti Made in Italy: durante il mese di settembre verranno distribuiti centinaia di opuscoli presso le 33 sedi associative in provincia di Bologna, inoltre verranno inviati “opuscoli virtuali” tramite e-mail alle imprese associate ed ai 400 soci della Cooperativa di Consumatori COSMO, promossa dalla Confartigianato Federimprese per sviluppare la conoscenza dei prodotti tipici e tradizionali.

E` possibile scaricare l`opuscolo nei link sottostanti!

Per ulteriori informazioni Arcangelo Lo Savio, Ufficio Sindacale, 051. 4172311
a.losavio@confartigianatobologna.it