torna alle news
2 settembre 2015

CAMERA DI COMMERCIO: CONTRIBUTI ALLE IMPRESE PER SISTEMI DI SICUREZZA

protezioneLa Camera di Commercio assegna contributi finalizzati a sostenere i costi per acquisto e l’installazione di sistemi di sicurezza e dispositivi per la riduzione dei flussi di denaro contante per le micro e piccole imprese, consorzi e reti di imprese.
Sono ammesse le seguenti spese
Il costo minimo ammissibile da sostenere per l’accesso al contributo è di 1.000 euro di imponibile
  • Sistemi di videoallarme antirapina in grado di interagire direttamente con gli apparati in essere presso le sale e le centrali operative della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri o degli Istituti di Vigilanza, conformemente ai principi predisposti dal Garante per la protezione dei dati personali in materia di videosorveglianza;
  • Sistemi di videosorveglianza a circuito chiuso e sistemi antintrusione con allarme acustico e nebbiogeni;
  • Casseforti, blindature, sistemi antitaccheggio, inferriate, porte di sicurezza, serrande e vetri antisfondamento;
  • Sistemi di pagamento elettronici (POS e carte di credito);
  • Dispositivi aggiuntivi di illuminazione notturna, connessi all’impiego di protezioni esterne di sicurezza che consentono la vista dell’interno.
Termini e modalità di presentazione
  • apertura sportello telematico: ore 9.00 del 01 ottobre 2015 (le domande inviate prima sono respinte dal sistema)
  • termine ultimo per l’invio delle domande: 15 ottobre 2015
  • le domande di contributo, dovranno essere inviate in modalità telematica con firma digitale
Modalità di assegnazione ed entità del contributo
I contributi sono assegnati a tutte le istanze aventi i requisiti richiesti dal regolamento della Camera di Commercio, con riduzione proporzionale dell’importo del contributo nel caso in cui lo stanziamento sia inferiore all’ammontare dei contributi richiesti a fronte di domande ammissibili.
Sono escluse le domande il cui contributo, a seguito dell’eventuale riduzione proporzionale, risulti inferiore ad euro 500.
L’importo risultante dalla somma di tali esclusioni sarà ripartito in modo proporzionale a favore delle altre imprese assegnatarie del contributo.
Contributo teorico spettante in assenza di riduzione proporzionale
  • 50% delle spese ammissibili (60% per le imprese femminili)
  • Limite massimo di 2.500 euro
Periodo di ammissibilità delle spese
Dal 1 giugno 2015 alla data di invio della domanda. Le spese dovranno essere fatturate e integralmente pagate al momento dell’invio della domanda.
Per informazioni ed approfondimenti:
Angela Parma
051405812
a.parma@confartigianatobologna.it