torna alle news
11 giugno 2007

Burro e latticini

E’ entrato in vigore il 14 maggio u. s. il Regolamento CE della Commissione n. 445/2007 relativo alle norme per i grassi da spalmare ed alla protezione della denominazione del latte e dei prodotti lattiero-caseari all’atto della loro commercializzazione. Il Regolamento ha lo scopo precipuo di aiutare il consumatore a comprendere chiaramente quale sia la vera natura dei prodotti che è interessato ad acquistare.

Questo regolamento mira a predisporre una normativa unitaria contenente le modalità di applicazione precise del regolamento 2991/1994 e del regolamento 1898/1987 relativamente all’utilizzo della denominazione “burro”.
La Commissione ha rilevato la necessità di stilare un elenco dettagliato delle denominazioni dei latticini in questione, corredato da una descrizione dei vari prodotti cui si riferiscono.

Molto interessante è la parte del Regolamento 445/07 artt. 2 e 3 che si occupano del tenore dei grassi contenuti in determinati prodotti alimentari. Appurate le difficoltà tecniche di indicazione rigorosa del tenore dei grassi negli alimenti, si è optato per l’individuazione di una percentuale, pari al 75 %, quale criterio obiettivo per determinare se il burro costituisce una parte fondamentale del prodotto e se la relativa denominazione “burro” sia quindi giustificata.

Nella pratica, quindi, l’indicazione del tenore dei grassi deve essere espresso senza decimali e non deve discostarsi di oltre un punto percentuale (in difetto o in eccesso) dalla percentuale dichiarata. Per i prodotti composti di cui il burro costituisce una parte fondamentale, è possibile utilizzare la denominazione “burro” se il prodotto finale contiene almeno il 75% di grassi del latte o se è stato fabbricato esclusivamente con burro.

Si può prendere visione completa del Regolamento al seguente indirizzo:.
http://eur-lex.europa.eu/LexUriServ/site/it/oj/2007/l_106/l_10620070424it00240029.pdf

Per ulteriori informazioni sono a disposizione i nostri uffici di zona