torna alle news
25 giugno 2004

BOMBOLE GPL PER AUTOTRAZIONE

A seguito della segnalazione dello scoppio di una bombola GPL per autotrazione di fabbricazione IMZ (avente la capacita’ di 50 litri, contenente “miscela non corrosiva”), appartenente ad un lotto costruito nel 1988, è stato stabilito dalle autorità competenti che:
A) le bombole appartenenti al lotto di collaudo del 15 settembre 1988, aventi i numeri di matricola da n. 102801 a n. 103000, nonché al lotto immediatamente precedente ed a quello immediatamente successivo, fossero distrutte secondo le modalità in vigore per analoghe procedure;
B) la società IMZ, a propria cura, provvedesse a sottoporre tutte le bombole di propria costruzione sopra indicate, ad una prova di revisione straordinaria consistente in un esame ad ultrasuoni, da effettuarsi entro un termine stabilito (30 giugno 2003); data dalla quale le bombole non sottoposte a revisione e rientranti nell’elenco IMZ, non potevano ulteriormente essere utilizzate.
La società IMZ, ha fatto presente che sono state revisionate 6620 bombole delle 25158 indicate dall’elenco, in quanto sono state riscontrate oggettive difficoltà nel reperimento di tutte le bombole interessate alla revisione straordinaria sull’intero territorio nazionale, malgrado le comunicazioni date in tal senso dalla stessa societa’ e dalle associazioni di categoria interessate. Tenuto presente quanto sopra esposto, riconosciuti fondati i motivi d’urgenza ai fini della sicurezza, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha disposto che tutte le bombole identificate, presenti nel predetto elenco, non potranno essere ulteriormente utilizzate fino a dimostrazione dell’avvenuta revisione straordinaria con esito positivo, da effettuarsi a cura della ditta costruttrice IMZ.
Di tale avvenuta revisione dovrà essere redatto apposito verbale, così come della eventuale distruzione delle bombole in caso di esito negativo delle verifiche prescritte.

Per informazioni: Massimo Orlandi – Ufficio Assistenza – Tel. 051/4172311