torna alle news
9 dicembre 2014

BANDO REGIONALE PER LE PMI

Contributi per sostenere gli investimenti che riguardano l’introduzione di strumenti informatici e telematici avanzati per sviluppo di ICT nelle PMI. Sviluppo innovativo delle imprese del POR – FESR Emilia Romagna 2007-2013.

La Regione Emilia Romagna, con D.G.R. n. 1837/14 pubblicato in data 02/12/2014 sul B.U., ha approvato le modalità ed i criteri per azioni di sostegno e potenziamento della crescita delle imprese della Regione, attraverso l’introduzione di ICT e di modalità e strumenti innovativi di gestione.

Beneficiari
Possono presentare domanda di contributo le piccole e medie imprese aventi sede legale e/o operativa nel territorio della Regione Emilia Romagna, che intendano porre in essere un intervento, sul territorio regionale, in linea con i requisiti previsti dal bando.

Potranno presentare domanda le imprese appartenenti a tutti i settori di attività economica Ateco 2007, ad eccezione: delle imprese operanti nei settori della pesca e acquacoltura, delle imprese agricole, e delle società che hanno fornito servizi, anche a titolo gratuito, alla Regione Emilia Romagna.

I soggetti richiedenti devono, inoltre, possedere i seguenti requisiti:

  • Essere iscritte in cciaa;
  • Non trovarsi in stato di liquidazione, di fallimento, e non essere soggetti a procedure di fallimento o di concordato preventivo nel quinquennio precedente la data di presentazione della domanda;
  • Non presentare la caratteristica di impresa in difficoltà;
  • Possedere una situazione di regolarità contributiva ai fini INPS ed INAIL;
  • Rispettare le norme dell’ordinamento giuridico italiano in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro e delle malattie professionali, dei contratti collettivi di lavoro e delle normative relative alla tutela dell’ambiente;
  • Non rientrare tra coloro i quali hanno ricevuto e successivamente non rimborsato aiuti, individuati dalla Commissione Europea, quali illegittimi od incompatibili;
  • Non devono sussistere cause di divieto, sospensione o decadenza previste dalla normativa antimafia;
  • Che non siano destinatarie di un ordine di recupero pendente a seguito di una decisione della Commissione Europea.

I predetti requisiti devono essere presenti al momento della presentazione della domanda ed essere mantenuti per almeno tre anni dalla data della concessione del contributo, pena la revoca del contributo.

Progetti ammissibili
I progetti devono riguardare l’introduzione di strumenti informatici e telematici avanzati e la loro integrazione con l’organizzazione aziendale, finalizzati a:

  • Implementazione e diffusione di metodi di acquisto e vendita on line di prodotti e servizi;
  • Sviluppo di nuove funzioni avanzate nel rapporto con clienti e fornitori;
  • Condivisione di sistemi di cooperazione e collaborazione fra aziende, in particolare negli ambiti della co-progettazione, dell’attività di co-markenship, della razionalizzazione logistica;
  • Alla riorganizzazione ed al miglioramento dell’efficienza dei processi produttivi all’interno della singola impresa e dei processi di innovazione e di prodotto, con particolare riferimento alla messa a punto ed alla sperimentazione di metodologie e applicazioni innovative nel campo della programmazione, dell’innovazione di prodotto e processo;
  • Allo sviluppo di sistemi che favoriscano l’integrazione e lo sviluppo di altri processi strategici dell’azienda.

Le spese potranno essere sostenute a partire dal 01/12/2014 e fino al 31/12/2015, a tale scopo farà fede la data di emissione e pagamento delle fatture. In ogni caso le stesse non dovranno riferirsi a prestazioni, forniture o acquisti effettuati prima del 01/01/2014 o dopo il 31/12/2015

Misura del contributo
L’agevolazione prevista dal bando, consiste in un contributo in conto capitale, fino alla misura massima del 45% della spesa ritenuta ammissibile. Saranno esclusi i progetti la cui spesa ammissibile, a seguito dell’istruttoria della Regione, risultasse inferiore a 20.000,00€: mentre il contributo concedibile non potrà, in nessun caso, superare la somma di 50.000,00€ per progetto.

La percentuale di cui sopra sarà elevata del 5% nei seguenti casi:

  • In caso di imprese istanti femminili
  • Qualora si riconosca la rilevanza della componente giovanile, ossia la presenza superiore al 60% di titolari o soci o amministratori di età inferiore a 40 anni.

Termini di presentazione della domanda
Sarà possibile presentare la domanda, in via telematica, dal 01/02/2015 al 31/03/2015.

Per ulteriori informazioni:
Servizio credito

0514172382 – 0514172309 – 0514172322
l.moda@confartigianatobologna.it