torna alle news
25 giugno 2004

ATTREZZATURE A PRESSIONE

Sulla Gazzetta Ufficiale n°120 del 24/05/04 è stato pubblicato il decreto 19/05/2004 del Ministero delle Attività Produttive finalizzato all’ “Abrogazione di precedenti disposizioni in contrasto con il decreto legislativo 25 febbraio 2000, n. 93, di attuazione della direttiva 97/23/CE, concernente le attrezzature a pressione”.
Ricordiamo che la direttiva si applica alla progettazione, alla fabbricazione e alla valutazione di conformità di attrezzature a pressione e insiemi sottoposti ad una pressione massima ammissibile superiore a 0,5 bar, come ad esempio le caldaie, serbatoi per aria compressa, ecc….
Sono escluse, invece, le attrezzature citate nell’art. 1.3 della direttiva stessa (per esempio lattine per bevande gassate, termosifoni e tubi per impianti di riscaldamento, ecc…).
Questo nuovo decreto specifica che le attrezzature a pressione montate per costituire un tutto integrato e funzionale possono essere messe in esercizio senza l’effettuazione della verifica di primo impianto (ad esempio citiamo un serbatoio con installato il manometro di controllo).
Ogni altra disposizione in contrasto a questo decreto si intende abrogata.
La spiegazione si è resa necessaria per raccordare meglio quanto specificato dalla direttiva 97/23/CE (PED) con il D.Lgs. 93/2000 che ha recepito la stessa direttiva.