torna alle news
15 gennaio 2004

AMBIENTE E SICUREZZA: lavoro ad un’altezza superiore ai 2 metri


Cosa devono fare le aziende.


I lavori ad una quota superiore a 2 m. vanno effettuati solo se le condizioni metereologiche non mettono in pericolo la sicurezza e la salute dei lavoratori.


Il datore di lavoro deve consentire l’utilizzo di scale a pioli o sistemi di accesso mediante funi solo nei casi in cui l’uso di altre attrezzature considerate più sicure (scale con corrimano, scale a castello, trabattelli, ecc…) non è giustificato, a causa di breve durata del lavoro o caratteristiche dei siti non modificabili.



Impiego di ponteggi


Nel caso in cui il ponteggio venga montato secondo schemi non previsti nel libretto, il datore di lavoro deve redigere, a mezzo di persona competente, un piano di montaggio, uso e smontaggio, che sarà messo a disposizione del preposto.


Il datore di lavoro dovrà fornire ai lavoratori ed al preposto al montaggio e smontaggio dei ponteggi una formazione adeguata teorico-pratica (precisazioni su tale formazione saranno discusse in sede di Conferenza Stato-Regioni).



Ad oggi si ritiene che:




  • i lavoratori che, al 19/07/2005, avranno almeno due anni di esperienza nel campo di montaggio e smontaggio, potranno partecipare al corso entro i due anni successivi alla data stessa.



  • I preposti che, al 19/07/2005, avranno almeno tre anni di esperienza nel campo di montaggio e smontaggio, potranno partecipare al corso entro i due anni successivi alla data stessa.



Impiego di sistemi di accesso mediante funi


Nel caso si impieghino sistemi di accesso mediante funi, deve essere predisposto un programma dei lavori , che deve essere disponibile presso il luogo di lavoro, ai fini della verifica da parte dell’organo di vigilanza competente.



Infine, il datore di lavoro dovrà fornire ai lavoratori che impiegano sistemi di accesso mediante funi una formazione adeguata e mirata alle operazioni previste, di tipo teorico-pratico (precisazioni su tale formazione saranno discusse in sede di Conferenza Stato-Regioni).


I lavoratori che, al 19/07/2005, hanno almeno due anni di esperienza dimostrata nel campo, potranno partecipare al corso entro i due anni successivi alla data stessa.



Tali modifiche entreranno in vigore dal 19 luglio 2005, anche se si consiglia alle aziende di ottemperare agli obblighi previsti il prima possibile, in quanto la magistratura si è già dimostrata sensibile nel recepire i principi sottesi alla nuova normativa.



Presso gli uffici Confartigianato è disponibile un modello per dimostrare sia la formazione specifica dei lavoratori, sia l’esperienza maturata nel campo.

< /I>