Archivi del mese: febbraio 2018

CONFARTIGIANATO: EVENTO 28 FEBBRAIO, DAL BAIL IN ALLA MIFID II

Dal Bail in alla MiFID II.
Inizia l’era della trasparenza bancaria?
28 FEBBRAIO ore 18.30

Confartigianato Imprese Bologna, via Papini 18

Analizzeremo, a due anni dall’entrata in vigore del Bail in,  come è cambiato lo scenario bancario italiano e quali sono le  aree di criticità.
Parleremo, poi, del risparmio tradito in Italia,  storia di una consuetudine che ha difficoltà a morire (dai Tango Bond ai diamanti).
Concluderemo trattando della nascita della Mifid II – la legge entrata in vigore il 1° gennaio 2018 con l’obiettivo di dare trasparenza al sistema degli investimenti – e con alcuni consigli per potersi muovere nel mondo degli investimenti mobiliari.
Per motivi organizzativi è richiesta l’iscrizione all’evento da effettuarsi entro il 26 febbraio, inivando una mail alla Segreteria Organizzativa
Segreteria organizzativa:
Confartigianato Bologna
Mail: eventi@confartigianatobologna.it
Tel. 051405812

CORRIERE DELLA SERA: ARTICOLO – I CORPI INTERMEDI di GIUSEPPE CREMONESI

Ha suscitato scalpore la decisione di Theresa May di istituire in Gran Bretagna un ministero della solitudine. Una scelta emblematica. Nel tempo in cui l’uomo appare obnubilato dal delirio scientifico-tecnologico di autosufficienza, riconoscere un ruolo istituzionale alla solitudine significa riconoscere che l’egotismo dominante non è più l’unica best way. Significa riconoscere che fra il leader più o meno carismatico e il cittadino occorre altro, che l’io da solo non basta. Che la solitudine non è automaticamente sconfitta da una fredda sommatoria di connessioni informatiche, galleggianti nell’anonimato di una rete sconfinata. Insomma, prendere coscienza che c’è un di più fatto di paziente costruzione di legami, di relazioni e di mediazioni. Un tempo si diceva della società civile antagonista a non si sa quale società incivile. Eppure quel di più era il reticolo di forze intermedie che provavano a unire interessi e valori alla ricerca di piccole-grandi mediazioni. Una società di mezzo, (sindacati, associazioni professionali, organizzazioni sociali) che non sempre ha saputo rappresentarsi al meglio, talvolta impigrita e sclerotizzata in dinamiche troppo autoreferenziali, talvolta incapace di distinguere la partecipazione dal diritto di veto, eppure una società di mezzo capace di unire, di tenere ancorate le piccole questioni individuali ai destini comuni. Una società intermedia e sussidiaria, densa di contraddizioni che tuttavia, in fondo, dava il senso di un cammino comune. Resto convinto che una risposta possibile, certo non risolutiva, sia di re-immaginare, soprattutto in un mondo sempre più globalizzato, la tessitura di una fitta trama di rapporti che aiutino i singoli individui a divenire persone e comunità,. Un simile sforzo implica sfidare le rispettive pigrizie, riconoscere il disagio, educarsi all’ascolto, alla sintesi e a una scelta che diviene responsabilità. Girare il capo dall’altra parte non serve; astenersi e limitarsi a osservare può apparire un sollievo momentaneo ma, come recita una canzone scout, «non è ancor nato chi gode dell’avventura guardando il mondo dietro il buco della serratura…(o dietro un Pc potremmo aggiungere); entra nel gioco e gioca la tua parte». Per questo occorre cercare ancora e insieme. Non sarà la fine della solitudine, ma forse il suo peso ci sarà leggero anche senza un ministro

Giuseppe Cremonesi
Segretario Confartigianato Bologna

Corriere della Sera – 7 Febbraio 2018

PAGAMENTO CONVENZIONE SIAE 2108 con CONVENZIONE CONFARTIGIANATO

Il prossimo 28 febbraio 2018 scade il termine per il pagamento dell’abbonamento SIAE 2018 dovuto per la diffusione della musica d’ambiente.

Anche per il 2018 è stata rinnovata la convenzione tra la Confartigianato e la Siae – Società Italiana degli Autori ed Editori, che da diritto alle imprese associate Confartigianato ad uno sconto sui compensi Siae pari al 25% per la “musica d’ambiente” (40% per gli apparecchi installati su automezzi pubblici) ed al 10% per i “concertini o trattenimenti musicali senza ballo”.
Ai fini dell’applicazione delle riduzioni da parte delle Sedi e Filiali Siae in favore degli Associati, è necessario che gli stessi esibiscano la tessera di adesione alla Confartigianato anno 2018.
Si ricorda che per “musica d’ambiente” si intende la diffusione della musica negli “esercizi commerciali” (locali nei quali vengono effettuate vendite di merci e servizi compresi i laboratori artigiani), negli alberghi, nei pubblici esercizi, nelle sale d’attesa e negli ambienti di lavoro, anche non aperti al pubblico, delle imprese, con radio, televisori, filodiffusione, riproduttori di dischi, cd, nastri, PC/Internet ed altro. Si tratta delle situazioni in cui la musica viene utilizzata come aggiunta ambientale o ai servizi resi, al fine di rendere più gradevole la permanenza nei locali dei clienti, del pubblico o dei collaboratori dell’impresa.
La tariffa applicata, tiene conto del tipo e del numero di apparecchi utilizzati e della tipologia del locale in cui viene diffusa la musica (ad esempio: locale di impresa aperto al pubblico – ampiezza del locale, ecc.).
Nel caso di installazione di apparecchi di tipo diverso, dovranno essere corrisposti tanti abbonamenti quanti sono i tipi di apparecchio. Fa eccezione l’utilizzazione contemporanea di televisore e videolettore il cui compenso in abbonamento dovrà calcolarsi sulla base dell’importo più elevato.
E’ prevista la possibilità di usufruire della riduzione riservate agli Associati Confartigianato anche sui compensi previsti per gli abbonamenti per le “attese telefoniche” sui centralini.
La riduzione del 25% prevista per gli associati Confartigianato si applica sull’intero importo dovuto, a prescindere dal numero degli apparecchi utilizzati.
Per gli apparecchi installati su automezzi pubblici la riduzione prevista è del 40%;
Trattenimenti musicali senza ballo: gli importi dei compensi (in tabella sono indicati i valori minimi) sono ridotti del 10 % per le imprese associate Confartigianato e si riferiscono a pubblici esercizi e locali aperti al pubblico che effettuano abitualmente intrattenimenti e nei quali la musica è un elemento accessorio indispensabile per l’attività principale dell’esercizio.

ATTENZIONE: La mancata richiesta di pagamento da parte della SIAE non esonera l’impresa dal pagamento e dal rispetto della scadenza prevista. ( il pagamento oltre la scadenza prevista non da diritto ad usufruire delle riduzioni)

Le imprese che non dovessero ricevere in tempo utile richieste di pagamento o che dovessero comunicare variazioni nella tipologia e numero dei supporti utilizzati o che dovessero richiedere l’applicazione degli sconti previsti per gli Associati Confartigianato devono rivolgersi agli uffici SIAE competenti per territorio (informazione reperibile nel sito web Siae all’indirizzo: http://www.siae.it).
Si segnala che le tabelle qui pubblicate, riportano l’indicazione delle tariffe, da applicare a seconda della tipologia.