Archivi del mese: novembre 2016

CONFARTIGIANATO: EVENTO 29 Novembre_Passaggio patrimoniale

Il terzo evento del ciclo di “educazione finanziaria” organizzato da Confartigianato Imprese di Bologna e di Imola si intitola:
PASSAGGIO PATRIMONIALE. Come far sopravvivere il proprio patrimonio a sè stessi e alle insidie della società
 
si terrà
Martedì 29 Novembre, ore 18.30
presso
Sede di Confartigianato
Via Papini, 18 – Bologna
Dopo aver determinato i rischi non finanziari di cui il patrimonio può essere oggetto, vedremo quali siano le persone coinvolte nella successione e come possano variare a seconda che questa sia organizzata o non organizzata.
Prendendo in considerazione la varietà tipologica della famiglia italiana di oggi, analizzeremo alcuni strumenti utili per privilegiare determinate figure. Indicheremo, inoltre, gli ulteriori strumenti utili nell’organizzazione successoria adatti a coloro che abbiano un’attività produttiva.
Chiuderemo l’incontro tracciando elementi di fiscalità italiana ed europea in termini successori, illustrandone le differenze e come ci si debba comportare in un’ottica di armonizzazione
L’incontro avrà una durata di circa un’ora e sarà seguito da un aperitivo
Per ragioni organizzative e, dato il numero limitato di posti,  si richiede di confermare la presenza inviando una mail alla:
Segreteria organizzativa:
eventi@confartigianatobologna.it
o telefonando allo 051-405812

 

3° CONVEGNO d’AUTUNNO – 18 NOV. RISCHIO E PERICOLO

3° Convegno d’Autunno
RISCHIO E PERICOLO

COSA SI INTENDE PER RISCHIO E PERICOLO
PER CERTEZZA E SICUREZZA
PER SAFETY E PER SECURITY
PER RISCHIO LAVORATIVO E RISCHIO IMPRENDITORIALE
TRA RISCHIO DI VENDETTA E RISCHIO DI PERDONO
TRA PRESENTE E FUTURO

Venerdì 18 novembre 2016 – ore 10.00 / 18.00
Argelato (Bo) – Via Argelati 10
Sala Enzo Spaltro presso Emil Banca

La tavola rotonda, coordinata da Enzo Spaltro vedrà la partecipazione di:

Claudia Music, Sindaco di Argelato
Isabella Covili,  presidente Associazione Italiana Direzione del Personale, Bologna
Daniele Ravaglia, Direttore generale Emil Banca,Bologna
Mauro Sirani, AD Philips Morris Development and Manifacturing, Bologna
Sara Fusco, Presidente FPE Forlinpopoli, FC
Rosanna Gallo, Eutropia, Milano
Daniele Tartarini, Consulente di psicologia del lavoro, Bologna
Beppe Sivelli, psicodrammatista, Parma
Giampaolo Lai, psicoterapista, Milano
Giorgio Delmare,Presidente Methodos Milano
Vito Volpe, Presidente ISMO,Milano
Giorgio Sangiorgi, docente Psicologia del lavoro, Università di Cagliari

Si prega di confermare la propria presenza alla segreteria di UP:
upuniversitadellepersone@gmail.com – 334.1313827 (Isabella Margheri)

volantino incontro 18 NOV

18 novembre 2016: CONVEGNO RISCHIO E PERICOLO

3° Convegno d’Autunno
RISCHIO E PERICOLO
COSA SI INTENDE PER RISCHIO E PERICOLO
PER CERTEZZA E SICUREZZA
PER SAFETY E PER SECURITY
PER RISCHIO LAVORATIVO E RISCHIO IMPRENDITORIALE
TRA RISCHIO DI VENDETTA E RISCHIO DI PERDONO
TRA PRESENTE E FUTURO

Venerdì 18 novembre 2016 – ore 10.00 / 18.00
Argelato (Bo) – Via Argelati 10Sala Enzo Spaltro presso Emil Banca

La tavola rotonda, coordinata da Enzo Spaltro vedrà la partecipazione di:

Claudia Music, Sindaco di Argelato
Isabella Covili presidente Associazione Italiana Direzione del Personale, Bologna
Daniele Ravaglia, Direttore generale Emil Banca, Bologna
Mauro Sirani, AD Philips Morris Development and Manifacturing, Bologna
Sara Fusco, Presidente FPE Forlinpopoli, FC
Rosanna Gallo, Eutropia, Milano
Daniele Tartarini, Consulente di psicologia del lavoro, Bologna
Beppe Sivelli, psicodrammatista, Parma
Giampaolo Lai, psicoterapista, Milano
Giorgio Delmare,Presidente Methodos Milano
Vito Volpe, Presidente ISMO,Milano
Giorgio Sangiorgi, docente Psicologia del lavoro, Università di Cagliari

Si prega di confermare la propria presenza alla segreteria di UP:
upuniversitadellepersone@gmail.com – 334.1313827 (Isabella Margheri)

MASTER IN DIRITTO DEL LAVORO

Obiettivi formativi

Il Master si propone di formare esperti nella gestione dei rapporti di lavoro e delle relazioni industriali nel settore privato e pubblico, con una spiccata propensione a governare la dimensione giuridica ed economica locale, nazionale e transnazionale.

Profili professionali

Fra gli altri:

  • liberi professionisti nelle aree della consulenza del lavoro (avvocati, consulenti del lavoro, commercialisti e revisori contabili, consulenti d’impresa);
  • dirigenti e altri addetti all’amministrazione del personale e alla gestione delle risorse umane;
  • dirigenti e altri addetti agli uffici di relazioni esterne e di relazioni industriali;
  • dirigenti e funzionari di associazioni di categoria, di associazioni sindacali, di enti bilaterali;
  • personale ad alta professionalità delle agenzie di somministrazione di lavoro temporaneo e di placement;
  • dirigenti e funzionari di enti pubblici (interni, comunitari e internazionali) attivi nel campo dei servizi per l’impiego, delle politiche del lavoro, della formazione e delle politiche sociali, delle prestazioni previdenziali e della relativa contribuzione;
  • dirigenti e altri addetti agli uffici legali di imprese;
  • legali dipendenti da enti previdenziali e da autorità di vigilanza;
  • ricercatori e docenti di centri di ricerca e di formazione professionale nelle aree del lavoro;
  • esperti nella sicurezza sul lavoro e nel trattamento dei dati personali;
  • esperti arbitri nelle controversie di lavoro;
  • giornalisti specializzati nelle materie del lavoro e delle relazioni sindacali.

Informazioni generali

Il Master garantisce un avanzato percorso formativo nell’ambito dei diversi profili dell’ordinamento giuridico inerenti al lavoro, riservando particolare attenzione alle implicazioni di natura economico-aziendale, ed è pertanto rivolto sia a laureati che intendano specializzarsi nelle materie lavoristiche, sia a professionisti del settore quali avvocati, consulenti del lavoro, commercialisti, sindacalisti, direttori del personale, addetti alla gestione delle risorse umane e alle relazioni industriali, funzionari pubblici.

La partecipazione al Corso offre la possibilità di svolgere un periodo di stage presso prestigiosi studi professionali, enti pubblici di settore, direzioni del personale ed uffici legali di qualificate società, associazioni e sindacati

Scadenza presentazione domanda di ammissione

Sono disponibili 30 posti.

Le domande dovranno essere presentate entro il giorno 25 novembre 2016. Per ulteriori informazioni sulle modalità di presentazione della domanda di ammissione al Master e dei requisiti di partecipazione si rimanda alla lettura del bando

Organi del Corso

Direttore: Prof. Alberto Pizzoferrato

Consiglio Scientifico: Proff. Sandro Mainardi, Alberto Pizzoferrato, Carlo Zoli.

Comitato direttivo per la didattica: Proff. Enrico Gragnoli, Sandro Mainardi, Michele Miscione.

Docenti stabili

Prof.ssa Elena Argentesi, Prof. Massimo Bergami, Dott. Daniele Bernacchi, Prof. Paolo Biavati, Prof. Andrea Bollani, Avv. Roberto Bonatti, Dott. Francesco Bonvicini, Prof. Alessandro Boscati, Dott. Marco Briolini, Avv. Lorenzo Broccoli, Prof.ssa Piera Campanella, Prof. Stefano Canestrari, Prof. Andrea Carinci, Prof. Franco Carinci, Dott. Giuseppe Casale, Prof. Donato Castronuovo, Dott.ssa Antonella Ciriello, Dott.ssa Isabella Covili, Prof. Giuseppe Cremonesi, Dott. Mauro Dallacasa, Dott. Luigi De Angelis, Prof. Maurizio Del Conte, Dott. Andrea Del Ferraro, Prof. Germano Dondi, Dott. Marco Dondi Dall’Orologio, Prof. Enrico Gragnoli, Dott.ssa Chiara Graziosi, Dott. Giuseppe Greco, Prof. Andrea Ichino, Prof. Marco Lai, Prof.ssa Fiorella Lunardon, Prof. Michele Angelo Lupoi, Prof. Sandro Mainardi, Dott. Fabrizio Miccoli, Prof. Michele Miscione, Prof.ssa Anna Montanari, Prof. Marco Novella, Avv. Matteo Pacilli, Prof. Angelo Paletta, Prof.ssa Susanna Palladini, Avv. Emilio Pascale, Prof. Andrea Pilati, Prof. Alberto Pizzoferrato, Prof. Riccardo Salomone, Dott. Sergio Stelitano, Avv. Enrico Traversa, Prof. Francesco Tundo, Dott. Paolo Vanin, Dott. Bruno Varriale, Prof. Giovanni Zampini, Prof.ssa Alessandra Zanobetti, Avv. Marco Zavalloni, Prof. Gaetano Zilio Grandi, Prof. Carlo Zoli, Prof. Luca Riciputi, Prof. William John Bromwich, Prof.ssa Michela Velardo.

CONFARTIGIANATO: EVENTO 29 Novembre_Passaggio patrimoniale

Il terzo evento del ciclo di “educazione finanziaria” organizzato da Confartigianato Imprese di Bologna e di Imola si intitola:
PASSAGGIO PATRIMONIALE. Come far sopravvivere il proprio patrimonio a sè stessi e alle insidie della società
 
si terrà
Martedì 29 Novembre, ore 18.30
presso
Sede di Confartigianato
Via Papini, 18 – Bologna
Il Dott. David Costi informerà i partecipanti sui rischi non finanziari di cui il patrimonio può essere oggetto, vedremo quali siano le persone coinvolte nella successione e come possano variare a seconda che questa sia organizzata o non organizzata.

Prendendo in considerazione la varietà tipologica della famiglia italiana di oggi, saranno illustrati alcuni strumenti utili per privilegiare determinate figure.

Indicheremo, inoltre, gli ulteriori strumenti utili nell’organizzazione successoria adatti a coloro che abbiano un’attività produttiva.

Chiuderemo l’incontro  tracciando elementi di fiscalità italiana ed europea in termini successori, illustrandone le differenze e come comportarsi in un’ottica di armonizzazione
L’incontro avrà una durata di circa un’ora e sarà seguito da un aperitivo
Per ragioni organizzative e, dato il numero limitato di posti,  si richiede di confermare la presenza inviando una mail alla:
Segreteria organizzativa:
eventi@confartigianatobologna.it
o telefonando allo 051-405812

 

Rete Imprese Italia: “Giudizio complessivamente positivo sul decreto fiscale e sul ddl di Bilancio per il 2017

“Il nostro giudizio sulle misure contenute nel decreto fiscale del 22 ottobre e nel ddl di Bilancio per il 2017 è complessivamente positivo”. Lo hanno affermato i rappresentanti di Rete Imprese Italia, intervenendo oggi ad un’audizione delle  Commissioni Bilancio della Camera e del Senato.
“Positivo – hanno sottolineato – per l’impegno a utilizzare tutti i margini di flessibilità negoziabili con l’Europa per imprimere una direzione espansiva alla politica di bilancio. Come pure per le misure che riteniamo di fondamentale importanza per il mondo dell’artigianato, del commercio e delle piccole imprese, a partire dalla sterilizzazione dell’aumento dell’Iva, previsto dalle clausole di salvaguardia, la determinazione del reddito per cassa per le imprese in contabilità semplificata, l’introduzione dell’Iri al 24% per le imprese individuali”.
“Ciò che maggiormente apprezziamo è la scelta del Governo di mettere le imprese al centro della politica economica per il 2017. Una responsabilità che le nostre imprese sono pronte ad assumersi. Ora ci aspettiamo che il Governo renda immediatamente operative le misure una volta approvate dal Parlamento”.
“Con la manovra di finanza pubblica – hanno proseguito – il Governo ha confermato e potenziato molti strumenti già adottati in precedenza, dalle agevolazioni fiscali relative agli interventi di ristrutturazione edilizia e di riqualificazione energetica al  rifinanziamento del Fondo di garanzia per facilitare il credito alle Pmi; dalla “Nuova Sabatini” al credito di imposta per la ricerca; dal cosiddetto “super e iper-ammortamento” alla detassazione dei premi di produttività. Sono iniziative che comprovano una strategia da noi più volte indicata: l’utilizzo della leva fiscale quale strumento più idoneo per sostenere i processi di crescita della competitività del nostro sistema imprenditoriale”.
Rete Imprese Italia ha chiesto di inserire nella manovra di bilancio “alcune misure che da tempo sollecitiamo e che ora attendiamo vengano introdotte nella legge di conversione dal Parlamento. Ci riferiamo alla riforma degli Studi di settore che deve incentivare e premiare l’efficienza e la fedeltà fiscale, e non essere utilizzata come strumento di accertamento.
“Anche la soppressione di Equitalia, che elogiamo – hanno aggiunto –  e la sua sostituzione con il nuovo ente Agenzia delle Entrate-Riscossione, va accompagnata da ulteriori norme per definire  una nuova disciplina della riscossione coattiva. Mancano  ancora all’appello la totale deducibilità dell’Imu sui beni strumentali utilizzati dalle imprese e l’innalzamento della franchigia Irap. Serve eliminare la ritenuta dell’8 per cento sui bonifici effettuati per il pagamento di spese relative alla riqualificazione energetica degli edifici e alla ristrutturazione delle abitazioni; occorre anche definire i contorni dell’autonoma organizzazione che renderebbe certa l’esclusione dal pagamento dell’Irap di migliaia di autonomi e di piccole imprese individuali. Servono interventi a diretto sostegno del turismo dimensionati e allineati al Piano strategico di sviluppo del turismo 2017-2022, approvato lo scorso settembre. Occorre favorire l’accesso al credito in modo incisivo specie per le imprese di minori dimensioni. Bisogna rendere maggiormente efficace il rifinanziamento del Fondo centrale di garanzia per le Pmi”.

CONFARTIGIANATO BOLOGNA IMOLA: 12 NOVEMBRE – CONVEGNO – RUOLO DECISIVO di ARTIGIANI, COMMERCIANTI, PMI

Sabato – 12 Novembre 2016 – ore 10,00

Convegno

Ruolo decisivo di Artigiani, Commercianti, PMI

per la crescita e lo sviluppo del nostro paese

che si terrà presso

Sala Teatro “La Torretta” Molinella – Via Mazzini, 12

PROGRAMMA

Saluto del Presidente Confartigianato Molinella
BRUNO BERNARDI
Saluto del Presidente Confartigianato Bologna Imola
GIANLUCA MURATORI
Intervento del Segretario Generale di Confartigianato
CESARE FUMAGALLI
Intervento del Presidente Emil Banca
GIULIO MAGAGNI
Intervento Vice Presidente Nazionale Confartigianato
MARCO GRANELLI
Moderatore
GIANNI SCOLA
PREMIAZIONE artigiani e commercianti