Archivi del mese: marzo 2016

CONFARTIGIANATO: SUGLI APPALTI LA RIFORMA E’ L’OCCASIONE PER CAMBIARE PASSO

“Riforma è occasione per cambiare passo e valorizzare le piccole imprese”

“Abbiamo l’occasione per cambiare passo e valorizzare il ruolo delle piccole imprese nel mercato degli appalti pubblici, a condizione che la normativa di minuta attuazione sia coerente con i principi della legge delega che ritroviamo nel decreto legislativo approvato oggi in via preliminare dal Consiglio dei Ministri”.

In attesa di conoscere nel dettaglio le disposizioni del decreto varato il 3 marzo dal Governo, il Presidente di Confartigianato Giorgio Merletti dà un giudizio positivo alla riforma “che – sottolinea – recepisce le sollecitazioni della Confederazione per attuare, finalmente, il principio “Think Small First” (“Pensare innanzitutto al piccolo”) dello Small Business Act”.

In particolare, il Presidente Merletti segnala una serie di aspetti previsti nell’attuazione della delega. L’obbligo, da parte della stazione appaltante, del pagamento diretto dei subappaltatori alle microimprese e in caso di inadempimento da parte dell’appaltatore o su richiesta del subappaltatore; la suddivisione in lotti di lavorazione o prestazionali per garantire alle micro e piccole imprese l’effettiva possibilità di partecipare agli appalti; la restituzione alle imprese della libertà di scelta del contratto da applicare; misure premiali per i concessionari che coinvolgano le Pmi negli appalti; l’applicazione dell’istituto dell’avvalimento; la possibilità di ricorso generalizzato al criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa; l’esclusione del ricorso al solo criterio del massimo ribasso per le gare ad alta intensità di manodopera; la riduzione degli oneri documentali a carico delle imprese in un’ottica di semplificazione.

Secondo il Presidente Merletti, occorrerà intervenire su una consistente riduzione delle tariffe di attestazione rilasciate dalle SOA, se non verrà innalzata la soglia di 150.000 euro.

Inoltre, segnala il Presidente di Confartigianato, il decreto legislativo approvato oggi dal Governo tradisce la chiarezza del principio, contenuto nella legge delega, di privilegiare le imprese a Km zero, relegandolo tra i criteri premiali.

CONFARTIGIANATO: ATTIVO IL NUOVO SERVIZIO PER LE AZIENDE CHE INSTALLANO LA VIDEOSORVEGLIANZA

Confartigianato Imprese di Bologna e di Imola attiva il nuovo servizio che segue le imprese per gli adempimenti che riguardano l’installazione dei sistemi di videosorveglianza.

VUOI INSTALLARE UN SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA?

RIVOLGITI A NOI PER TUTTE LE INCOMBENZE
Nell’area metropolitana di Bologna, il fenomeno della sicurezza nelle aziende è tema sempre più sensibile. Dati recenti indicano l’aumento dei furti in capannoni e botteghe e non è raro che gli imprenditori scelgano di sorvegliare l’azienda 24 ore su 24 o, in alternativa,  ricorrano all’installazione di sistemi di videosorveglianza.
Tale sistema di controllo in azienda,  può essere installato sia in spazi interni che esterni, sia in modo saltuario che occasionale e, a tale proposito, è importante ricordare come ogni provvedimento che si riferisca ad un luogo di lavoro con lavoratori dipendenti, è soggetto ad una serie di normative relative alla tutela della privacy.
Confartigianato Imprese di Bologna e di Imola ha istituito un servizio apposito per le aziende che intendano installare la videosorveglianza proponendo una consulenza qualificata per affrontare i molteplici adempimenti necessari in base alla tipologia di azienda.
VUOI INFORMAZIONI SUL NUOVO BANDO DI CONTRIBUTI DELLA CAMERA DI COMMERCIO RIVOLTO ALLE IMPRESE PER L’ACQUISTO E L’INSTALLAZIONE DI SISTEMI DI SICUREZZA?
La Camera di Commercio di Bologna assegna 300.000 euro di contributi finalizzati a sostenere i costi per acquisto e installazione di sistemi di sicurezza e riduzione dei flussi di denaro contante per le micro e piccole imprese, consorzi e reti di imprese (rispetto ai 100.000 euro stanziati per il bando 2015).
Soggetti beneficiari
Micro e piccole imprese, Consorzi di imprese, Reti di impresa, Reti Temporanee di Imprese (RTI), Associazioni Temporanee di Imprese (ATI) formate da micro, piccole imprese:
  • attive al momento della presentazione della domanda
  • con sede legale o unità locale nell’area metropolitana (ex provincia) di Bologna, regolarmente denunciata all’Ufficio Registro delle Imprese della CCIAA di Bologna
  • in regola con il pagamento del diritto camerale annuale.
Termini
L’invio delle domande dovrà essere effettuato dal 30 marzo al 28 aprile 2016.
Si invita a leggere integralmente il regolamento dell’iniziativa, la presente sintesi riporta solo i punti salienti.
N.B. L’ordine cronologico di ricezione delle domande NON ha alcuna rilevanza nell’assegnazione del contributo.
Per informazioni ed approfondimenti:
Angela Parma

IL PRESIDENTE DI CONFARTIGIANATO MERLETTI CHIEDE DI CORREGGERE LA PROCEDURA PER LE DIMISSIONI

“Se qualcosa si può complicare, l’Italia ci riesce sempre. E, paradossalmente, lo fa con strumenti come la tecnologia digitale che, invece, dovrebbe servire a semplificare la vita”.

Il Presidente di Confartigianato Giorgio Merletti denuncia l’ennesimo caso di complicazione burocratica: la nuova disciplina sulle dimissioni, in vigore dal 12 marzo, che prevede una procedura telematica estremamente complessa per il dipendente e scarica sul datore di lavoro nuove incertezze e maggiori costi.

“La strada della burocrazia italiana – sottolinea Merletti – è lastricata di buone intenzioni. Purtroppo, però, a rimetterci sono sempre gli utenti. Nel caso della procedura telematica per comunicare le dimissioni, il nobile scopo che l’ha ispirata, vale a dire contrastare possibili abusi come la pratica delle dimissioni in bianco, rischia ora di essere stravolto dalle complicazioni che la caratterizzano”.

Il Presidente Merletti chiede al Ministero del Lavoro di “intervenire per correggere una norma che va in senso contrario rispetto alla volontà del Governo di liberare cittadini e imprenditori dal pesante fardello di oneri e balzelli burocratici. In una materia già così complessa come quella del lavoro, di tutto abbiamo bisogno tranne che di un altro ostacolo all’attività imprenditoriale”.

TERREMOTO ED ALLUVIONE: LE AGEVOLAZIONI PER LE IMPRESE EMILIANE

AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE EMILIANE UBICATE
NELLE ZONE INTERESSATE
DAL TERREMOTO DEL 2012 E DELLA ALLUVIONE DEL 2014
Scade il 31/03/2016 la possibilità di chiedere l’attuazione dell’intervento per la concessione di agevolazioni fiscali a favore delle microimprese localizzate nella zona franca dell’Emilia.
Con circolare 23 febbraio 2016, n. 16076, pubblicata nella Gazzetta ufficiale n. 50 del 1 marzo 2016, sono state apportate modifiche e integrazioni alla precedente, adottata il 24 novembre 2015, n. 90178, finalizzate a introdurre semplificazioni per la determinazione del reddito esente e a chiarire alcuni aspetti, già disciplinati dalla circolare n. 90178, relativi alle modalità di recupero delle imposte oggetto di esenzione eventualmente versate in eccedenza dalle imprese beneficiarie in relazione ai periodi di imposta oggetto di agevolazione.

LINK LAVORO: IL NUOVO STRUMENTO CHE METTE IN CONTATTO DISOCCUPATI E AZIENDE

Grazie alla collaborazione tra Comune di Castenaso e Associazioni di categoria, è attivo il nuovo strumento LINK LAVORO – rivolto a chi attualmente disoccupato è in cerca di lavoro – che ha l’obiettivo di mettere  in contatto disoccupati ed aziende.

E’ possibile, accedendo al portale del Comune di Castenaso, compilare un form che consente a chi cerca lavoro di presentarsi virtualmente a tutte le principali Associazioni di categoria del territorio.

E’ sufficiente inoltrare il form con i propri dati e il campo di impiego, per recapitare contemporaneamente e automaticamente la candidatura a Confartigianato Imprese di Bologna e Imola.

CLICCHI QUI PER ACCEDERE AL FORM

Sarà cura dell’Associazione far conoscere alle aziende associate il profilo del compilatore.

Per ulteriori informazioni sull’iniziativa: CLICCHI QUI