Archivi del mese: gennaio 2016

CONVENZIONE CONFARTIGIANATO PER IL PAGAMENTO SIAE

Il prossimo 29 febbraio 2016 scade il termine per il pagamento dell’abbonamento SIAE 2016 dovuto per la diffusione della musica d’ambiente.

Anche per il 2016 è stata rinnovata la convenzione tra la Confartigianato e la Siae – Società Italiana degli Autori ed Editori, che da diritto alle imprese associate Confartigianato ad uno sconto sui compensi Siae pari al 25% per la “musica d’ambiente” (40% per gli apparecchi installati su automezzi pubblici) ed al 10% per i “concertini o trattenimenti musicali senza ballo”.

Ai fini dell’applicazione delle riduzioni da parte delle Sedi e Filiali Siae in favore degli Associati, è necessario che gli stessi esibiscano la tessera di adesione alla Confartigianato anno 2016.

Si ricorda che per “musica d’ambiente” si intende la diffusione della musica negli “esercizi commerciali” (locali nei quali vengono effettuate vendite di merci e servizi), negli alberghi, nei pubblici esercizi, nelle sale d’attesa e negli ambienti di lavoro, anche non aperti al pubblico, delle imprese, con radio, televisori, filodiffusione, riproduttori di dischi, cd, nastri, PC/Internet ed altro. Si tratta delle situazioni in cui la musica viene utilizzata come aggiunta ambientale o ai servizi resi, al fine di rendere più gradevole la permanenza nei locali dei clienti, del pubblico o dei collaboratori dell’impresa.

La tariffa applicata, tiene conto del tipo e del numero di apparecchi utilizzati e della tipologia del locale in cui viene diffusa la musica (ad esempio: locale di impresa aperto al pubblico – ampiezza del locale, ecc.).

Nel caso di installazione di più apparecchi dello stesso tipo, il compenso è dovuto in misura intera per il primo apparecchio, nella misura ridotta del 10% per il secondo e del 20% per il terzo e per ciascuno dei successivi.

Nel caso di installazione di apparecchi di tipo diverso, dovranno essere corrisposti tanti abbonamenti quanti sono i tipi di apparecchio. Fa eccezione l’utilizzazione contemporanea di televisore e videolettore il cui compenso in abbonamento dovrà calcolarsi sulla base dell’importo più elevato.

Per ogni altoparlante e/o monitor aggiuntivi la Siae richiede il 10% del compenso base relativo all’apparecchio utilizzato.

E’ prevista la possibilità di usufruire della riduzione riservate agli Associati Confartigianato anche sui compensi previsti per gli abbonamenti per le “attese telefoniche” sui centralini.

La riduzione del 25% prevista per gli associati Confartigianato si applica sull’intero importo dovuto, a prescindere dal numero degli apparecchi utilizzati.

Per gli apparecchi installati su automezzi pubblici la riduzione prevista è del 40%.

Trattenimenti musicali senza ballo: gli importi dei compensi (in tabella sono indicati i valori minimi) sono ridotti del 10 % per le imprese associate Confartigianato e si riferiscono a pubblici esercizi e locali aperti al pubblico che effettuano abitualmente intrattenimenti e nei quali la musica è un elemento accessorio indispensabile per l’attività principale dell’esercizio.

Per il pagamento, le imprese già abbonate SIAE negli anni precedente e che non hanno variato la tipologia e il numero degli apparati utilizzati, potranno utilizzare lo specifico M.A.V. (pagamento Mediante Avviso) che dovrebbe essere recapitato, a cura della SIAE, presso la sede dell’impresa. Il M.A.V. è utilizzabile presso qualunque sportello bancario.

ATTENZIONE: il mancato recapito del M.A.V. da parte della SIAE non esonera l’impresa dal pagamento e dal rispetto della scadenza prevista (il pagamento oltre la scadenza prevista non da diritto ad usufruire delle riduzioni).

Le imprese che non dovessero ricevere in tempo utile il M.A.V. o che dovessero comunicare variazioni nella tipologia e numero dei supporti utilizzati o che dovessero richiedere l’applicazione degli sconti previsti per gli Associati Confartigianato devono rivolgersi agli uffici SIAE competenti per territorio (informazione reperibile nel sito web Siae all’indirizzo: http://www.siae.it).

Le tabelle di seguito pubblicate, riportano l’indicazione delle tariffe, da applicare a seconda della tipologia

EMILIA ROMAGNA FASHION: QUALE POLITICA INDUSTRIALE PER IL SISTEMA MODA?

EMILIA ROMAGNA FASHION
Quale politica industriale per il sistema moda?

che si terrà

giovedì 4  febbraio
dalle ore 10.00 alle ore 13.00,

presso la Regione Emilia-Romagna,
Aula Magna, piano terra, Viale A. Moro 30, Bologna.

Immaginare il futuro del sistema moda significa combinare i valori e le caratteristiche del passato che lo hanno reso unico nel mondo con le nuove sfide che lo proiettano nell’economia del futuro. Formazione, ricerca, organizzazione della produzione, internazionalizzazione e innovazione sono le nuove leve strategiche per il rilancio del settore. Si tratta quindi di costruire politiche industriali che riescano a valorizzare il sistema moda traducendolo in processi di innovazione e ricadute concrete sullo sviluppo dei territori.

Per partecipare è necessario effettuare  l’iscrizione online

 

CONFARTIGIANATO: EVENTO 28 GENNAIO – PARLIAMO DEL BAIL IN BANCARIO

BAIL IN BANCARIO
Come tutelare i risparmi dei cittadini e i capitali degli imprenditori

28 Gennaio 2016, Ore 18.00Banche

Confartigianato Imprese di Bologna e Imola,

Via Papini 18, Bologna

Il  recepimento in Italia della normativa europea sul Bail In Bancario, prevede la possibilità di attuare prelievi forzosi dai conti dei correntisti per sanare i deficit di bilancio delle banche qualora il ricorso agli strumenti tradizionali risulti insufficiente.L’esclusione da tale meccanismo dei depositi fino a 100mila euro non pare rappresentare una efficace tutela.Quali sono, dunque, i rischi per i risparmi dei cittadini e per i patrimoni di aziende ed imprenditori? Azionisti, obbligazionisti e correntisti che strumenti possono utilizzare per difendere i propri risparmi dai creditori della propria banca?

Per orientarsi in questa delicata tematica, Confartigianato Imprese di Bologna e Imola, la invita a partecipare all’incontro.

PROGRAMMA

Introduzione
Giuseppe Cremonesi
– Segretario Confartigianato Imprese di Bologna e Imola

Interventi
Daniele Ravaglia – Direttore Generale Emilbanca

Fabio Busuoli – Dottore Commercialista

Maurizio Gentilini – Presidente Federconsumatori Bologna

Modera
Simone Arminio
– Giornalista de Il Resto del Carlino

Dibattito & Conclusione

Per partecipare all’incontro, gratuito, è necessario l’invio dell’adesione alla Segreteria organizzativa , tramite mail: eventi@confartigianatobologna.it o fax 0516414942

Scarichi cliccando qui l’invito ed il programma dell’evento

LEGGI LA NOTIZIA PUBBLICATA SUL  SITO DI FEDERCONSUMATORI

RETE IMPRESE ITALIA: PREOCCUPAZIONE PER IL FUTURO DELE CAMERE DI COMMERCIO

Rete Imprese Italia esprime la più viva preoccupazione per il futuro delle Camere di Commercio e invita il Governo a valutare con attenzione la necessaria riforma che sta per trovare attuazione nei decreti del Ministro Madia.

Le Camere, governate attraverso forme di democrazia economica, devono essere strumento per la promozione e lo sviluppo delle economie locali, delle loro comunità di imprese che necessitano di sostegno per l’accesso al credito, per la creazione di reti, per l’internazionalizzazione. Proprio per queste funzioni insostituibili, organismi come le Camere di commercio italiane esistono in tutti i Paesi OCSE e in tutta l’Unione Europea.

Le Camere di Commercio non devono essere ridotte alla mera funzione, pur indispensabile, di soggetti con compiti anagrafico-certificativi. Le Camere si possono e si devono riformare con l’obiettivo di dare maggiore efficienza alla loro attività e risposte utili alle necessità delle imprese del territorio.

I SOCI DELL’ANAP DI BOLOGNA E IL CORO PAULLIANUM

coroIl Concerto di musiche natalizie che si terrà presso la  Basilica di San Paolo Maggiore  sabato 23 gennaio alle ore 21.00, sarà allietato anche dalle voci di alcuni dei soci ANAP Bologna che vantano spiccate capacità canore e che da tempo fanno parte del coro Paullianum.

il coro Paullianum,  fondato dal barnabita p. Franco Maria Ghilardotti, si caratterizza per un repertorio di musica sacra che spazia dal XVI secolo ai giorni nostri.

CONFARTIGIANATO: EVENTO 28 GENNAIO – PARLIAMO DEL BAIL IN BANCARIO

BAIL IN BANCARIO
Come tutelare i risparmi dei cittadini e i capitali degli imprenditori

28 Gennaio 2016, Ore 18.00Banche

Confartigianato Imprese di Bologna e Imola,

Via Papini 18, Bologna

Il  recepimento in Italia della normativa europea sul Bail In Bancario, prevede la possibilità di attuare prelievi forzosi dai conti dei correntisti per sanare i deficit di bilancio delle banche qualora il ricorso agli strumenti tradizionali risulti insufficiente.L’esclusione da tale meccanismo dei depositi fino a 100mila euro non pare rappresentare una efficace tutela.

Quali sono, dunque, i rischi per i risparmi dei cittadini e per i patrimoni di aziende ed imprenditori? Azionisti, obbligazionisti e correntisti che strumenti possono utilizzare per difendere i propri risparmi dai creditori della propria banca?

Per orientarsi in questa delicata tematica, Confartigianato Imprese di Bologna e Imola, la invita a partecipare all’incontro.

PROGRAMMA

Introduzione
Giuseppe Cremonesi
– Segretario Confartigianato Imprese di Bologna e Imola

Interventi
Daniele Ravaglia – Direttore Generale Emilbanca

Fabio Busuoli – Dottore Commercialista

Maurizio Gentilini – Presidente Federconsumatori Bologna

Modera
Simone Arminio
– Giornalista de Il Resto del Carlino

Dibattito & Conclusione

Per partecipare all’incontro, gratuito, è necessario l’invio dell’adesione alla Segreteria organizzativa , tramite mail: eventi@confartigianatobologna.it o fax 0516414942

Scarichi cliccando qui l’invito ed il programma dell’evento